Sam Hunt presenta “Montevallo”, un album molto personale e ricco di influenze e richiami musicali

MI0003797392

Sam Hunt, americano della Georgia trapiantato a Nashville, ha 31 anni e si è fatto conoscere in Italia grazie al singolo “Take your time”, ancora oggi, dopo oltre due mesi, nella Top 5 dei brani più suonati dalle radio e certificato Disco d’Oro. Il suo album di debutto s’intitola “Montevallo”, il nome della sua cittadina-rifugio in Alabama: «I genitori della mia ex ragazza avevano una casetta in questo piccolo posto incastonato tra i monti. Io e lei ci andavamo spesso, anzi, si può dire che la maggior parte della nostra relazione l’abbiamo trascorsa proprio a Montevallo», ha raccontato Sam ai giornalisti durante un incontro con la stampa a Milano. Dopo aver tentato la carriera come giocatore di football professionista, Sam si è dedicato alla musica, la sua altra grande passione, cominciando a scalare le classifiche come autore di brani scritti per grandi nomi del country come Kenny Chesney, Keith Urban e Billy Currington: «Più andavo avanti a giocare, più mi rendevo conto che il mio cuore batteva per la musica. E così, nonostante le statistiche dicessero che avrei avuto più possibilità nel football, ho deciso di osare e provare a realizzare il mio sogno; per fortuna mi è andata piuttosto bene!».

Sam Hunt

Sam Hunt

L’attività di songwriter ha aperto a Sam le porte dell’industria musicale. Trasferitosi a Nashville, il cantautore ha imparato a scrivere brani di successo: «Quando faccio musica seguo sempre l’istinto. Dal punto di vista creativo mi focalizzo su idee e melodie in qualunque momento. Se mi viene un’idea all’improvviso prendo il telefono e inizio a canticchiare una melodia e la registro al cellulare. In passato tendevo a entrare in studio di registrazione con la maggior parte delle canzoni completate, ora, visto che vivo vicino al mio produttore, passo molto tempo a scrivere anche in studio», ha raccontato.

Nel giro di poco tempo, il cantautore si è imposto come una delle migliori novità del mercato con la sua musica che spazia dall’hip hop all’R&B: «La musica country  è stata quella che mi ha sempre ispirato di più, sia nei testi sia nelle melodie. I miei primi modelli sono stati i musicisti country che ascoltavo in radio come: Garth Brooks, Alan Jackson, Randy Travis, Brooks & Dunn, Kenny Chesney, George Jones e Willie Nelson. Successivamente ho cominciato ad ascoltare l’R&B e l’hip hop di Usher e R Kelly. Proprio grazie a questo background musicale eterogeneo, quando scrivo mi viene naturale mixare generi diversi. Country, in realtà, significa parlare in modo sincero delle proprie esperienze in modo sincero ed è quel che faccio io», ha spiegato Sam Hunt. «Ho iniziato il mio progetto solista anche per il desiderio di raccontarmi in maniera più personale. Per me la sincerità e la verità sono gli strumenti principali per creare una connessione con chi mi ascolta facendogli sentire ciò che io stesso sento».

Sam Hunt

Sam Hunt

Pensando al prossimo disco ha confessato: «Sto ancora cercando di capire di cosa scrivere. Spero di riuscire a vivere esperienze da raccontare, al di fuori della mia carriera nella musica. Cerco di non prendermi troppo sul serio! I miei valori non sono cambiati con il successo e le cose che apprezzavo prima continuo ad apprezzarle oggi, mantenendo i piedi per terra» . Infine un netto distacco dal mondo degli show televisivi: «La mia passione per la musica nasce dalla scrittura e quei programmi sono focalizzati soprattutto sull’ interpretazione. Cantare e basta non è mai stata la mia passione».

Raffaella Sbrescia

 Acquista su iTunes

La tracklist di “MONTEVALLO”:

Take Your Time

Leave the night on

House party

Break up in a small town

Single for the Summer

Ex to see

Make you miss me

Cop car

Raised on it

Speakers

Video: Take your time

TicketOne