Drab Majesty live a Salerno. Le foto

Direttamente da Los Angeles i Drab Majesty.

Video: The Demonstration

Drab Majesty - Terzo Tempo Village - Anna Vilardi

Drab Majesty – Terzo Tempo Village – Anna Vilardi

Drab Majesty - Terzo Tempo Village - Anna Vilardi

Drab Majesty – Terzo Tempo Village – Anna Vilardi

 

Drab Majesty - Terzo Tempo Village - Anna Vilardi

Drab Majesty - Terzo Tempo Village - Anna Vilardi

Drab Majesty – Terzo Tempo Village – Anna Vilardi

 

Drab Majesty - Terzo Tempo Village - Anna Vilardi

Drab Majesty – Terzo Tempo Village – Anna Vilardi

 

Drab Majesty - Terzo Tempo Village - Anna Vilardi

Drab Majesty – Terzo Tempo Village – Anna Vilardi

 

Drab Majesty - Terzo Tempo Village - Anna Vilardi

Drab Majesty – Terzo Tempo Village – Anna Vilardi

 

Drab Majesty - Terzo Tempo Village - Anna Vilardi

Drab Majesty – Terzo Tempo Village – Anna Vilardi

 

Drab Majesty - Terzo Tempo Village - Anna Vilardi

Drab Majesty – Terzo Tempo Village – Anna Vilardi

 

Drab Majesty - Terzo Tempo Village - Anna Vilardi

Drab Majesty – Terzo Tempo Village – Anna Vilardi

 

Cold Cave: le foto del concerto di Salerno

Cold Cave live at "Terzo Tempo Village" San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

Cold Cave live at “Terzo Tempo Village” San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

In attesa di ascoltarli al Magnolia di Milano, i Cold Cave di Wesley Eisold si sono esibiti al Terzo Tempo Village, Località Lenza di Sotto, San Mango Piemonte Salerno in una delle loro 6 date italiane. La creatura del carismatico leader, unanimemente riconosciuto come uno dei musicisti più influenti della scena dark wave internazionale nonché poeta e autore per la Heartworm Press, rappresenta l’occasione perfetta per calarsi in un’atmosfera intrisa di darkwave, noise e synthpop. Quattro album, due compilation, oltre venti tra EP, singoli, remix e innumerevoli tour mondiali ed europei hanno tratto linfa vitale dalle liriche dark, pensierose e pulsanti di Eisold che ha fatto dell’oscurità e dell’ermetismo la propria cifra stilistica.

Photogallery a cura di: Anna Vilardi

Cold Cave live at "Terzo Tempo Village" San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

Cold Cave live at “Terzo Tempo Village” San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

 

Cold Cave live at "Terzo Tempo Village" San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

Cold Cave live at “Terzo Tempo Village” San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

Cold Cave live at "Terzo Tempo Village" San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

Cold Cave live at “Terzo Tempo Village” San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

Cold Cave live at "Terzo Tempo Village" San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

Cold Cave live at “Terzo Tempo Village” San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

Cold Cave live at "Terzo Tempo Village" San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

Cold Cave live at “Terzo Tempo Village” San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

Cold Cave live at "Terzo Tempo Village" San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

Cold Cave live at “Terzo Tempo Village” San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

Cold Cave live at "Terzo Tempo Village" San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

Cold Cave live at “Terzo Tempo Village” San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

 

Cold Cave live at "Terzo Tempo Village" San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

Cold Cave live at “Terzo Tempo Village” San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

 

Cold Cave live at "Terzo Tempo Village" San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

Cold Cave live at “Terzo Tempo Village” San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

 

Cold Cave live at "Terzo Tempo Village" San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

Cold Cave live at “Terzo Tempo Village” San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

 

Cold Cave live at "Terzo Tempo Village" San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

Cold Cave live at “Terzo Tempo Village” San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

Cold Cave live at "Terzo Tempo Village" San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

Cold Cave live at “Terzo Tempo Village” San Mango Piemonte (Salerno) ph Anna Vilardi

 

 

 

Apriti cielo tour: in viaggio tra le latitudini con Mannarino

Alessandro Mannarino - Apriti Cielo tour ph Maria Luisa Avella

Alessandro Mannarino – Apriti Cielo tour ph Maria Luisa Avella

Il 2017 è l’anno di Alessandro Mannarino, sempre più sovrano del palcoscenico. A poche ore dalla seconda delle tre date milanesi del suo ultimo “Apriti Cielo Tour”, ci si ritrova a fare un entusiastico bilancio di un concerto pensato come un lungo, coloratissimo e travolgente viaggio carnascialesco. Mettendo insieme i tasselli più importanti dei quattro album che compongono la sua discografia, Mannarino ha messo in piedi le trame di una storia, quella di un’umanità che fugge: dalla tristezza, dal dolore, dalle sconfitte. Per farlo si fa accompagnare dalle voci di Azzurra, Ylenia e Simona Sciacca e da una spettacolare band di nove elementi composta da Puccio Panettieri, Alessandro Chimenti, Giovanni Risitano, Paolo Ceccarelli, Niccolò Pagani, Mauro Menegazzi, Renato Vecchio, Antonino Vitali e dal noto percussionista brasiliano Mauro Refosco. Destreggiandosi con maestria e carisma in un carnevale di anime controverse, Mannarino cerca di restituire valore e dignità agli ultimi. Come? Attraverso il rifiuto di arrendersi, lo stesso raccomandatogli dall’affezionatissimo nonno, indimenticabile maestro di vita per il cantautore romano.

Alessandro Mannarino - Apriti Cielo tour ph Maria Luisa Avella

Alessandro Mannarino – Apriti Cielo tour ph Maria Luisa Avella

In un mondo sempre più disseminato di muri e barriere, la musica di Mannarino è concepita per unire, per demolire preconcetti, etichette e frontiere. E così, tra i quadri di una scenografia fatta di ruote dentate e cieli trapuntati di stelle, si va dai pagliacci, prostitute e barboni del “Bar della rabbia” alle donne forti di “Supersantos” passando per la rottura degli schemi proposta in “Al Monte” fino alla dimensione liberatoria di “Apriti cielo”. Ispirandosi ai ritmi del Brasile e del Sud America, Mannarino ritrova Gilberto Gil, Vinicius De Moraes, Chico Buarque ma non dimentica la potenza evocativa del folk nostrano dando vita ad una irresistibile bolgia multietnica. Tra percussioni, guitalele, banjio, chitarra portoghese, ronroco, chitarra classica, cavaquinho, sitar, fisarmonica, ma anche fiati come sax, tromba, flicorno, flauti indiani, shalumeau e duduk armeno, Mannarino si muove con grazia e naturalezza conquistandosi, meritatamente, gli applausi scroscianti di gente di tutte le età in grado di ritrovarsi nell’universale voglia di verace autenticità.

Raffaella Sbrescia

Alessandro Mannarino - Apriti Cielo tour ph Maria Luisa Avella

Alessandro Mannarino – Apriti Cielo tour ph Maria Luisa Avella

Scaletta

Apriti Cielo

Roma

L’Impero

Deija

Osso di Seppia

Gandhi

Babalù

La strega e il diamante

Maddalena

Signorina

Vivo

Gli Animali

Elisir d’Amor

Arca di Noè

Quando l’amore se ne va

Statte Zitta

Le rane

Merlo rosso

Me sò m’briacato

Tevere Grand Hotel

Serenata Lacrimosa

Scetate Vajò

Un’estate

Bar della Rabbia

Marilù

Vivere la vita

Daiana Lou: la favola ricomincia

Daiana Lou live -Roma ph Maria Luisa Avella

Daiana Lou live -Roma ph Maria Luisa Avella

“Uscire da X factor? E’ stato difficile. Difficile rendere conto a chi ci aveva votato, difficile rinunciare all’occasione di successo. Difficile attirarsi addosso tanti sguardi e tante critiche.
Però, quando ci siamo resi conto che fare musica non era più qualcosa che ci faceva stare bene, un divertimento, ma diventava fonte di malessere, beh, abbiamo deciso. Siamo artisti di strada, e vogliamo restarlo. Perché la strada è un bel confronto, un impatto, fonte di ispirazione, luogo di libera espressione”.

Questo i Daiana Lou hanno spiegato all’Auditorium di Roma in occasione di un entusiasmante sold out che li ha visti protagonisti di una serata vibrante ed intensa, ricca di musica espressa con autentico coinvolgimento. Solo due giorni fa è uscito il loro primo singolo, Sober, e il pubblico romano non ha tradito i due artisti facendo registrare un tutto esaurito al teatro studio dell’Auditorium di Roma. Se il sound del duo usa molti ingredienti, dalla psichedelia, al punk melodico, alla ritmica un po’ più accentuata, al Rhythm and blues, la figura di Daiana, la fa sicuramente da protagonista, con il suo look accattivante (abiti studiati appositamente per lei, come le grandi star), una voce versatile e potente, che un poco ricorda quella di Antonella Ruggiero negli anni d’oro, interpretazioni intense e colorate. E un rollane garbato ma presente. Alla chitarra il sostegno musicale di Luca, anch’esso coinvolto ed espressivo, fa da spina dorsale a tutte le interpretazioni, alternando momenti di rock deciso a fraseggi unplugged.

Daiana Lou live -Roma ph Maria Luisa Avella

Daiana Lou live -Roma ph Maria Luisa Avella

Gli artisti di strada, si sa, sono geniali, e si portano tutto dietro. Daiana percuote il fodero della chitarra, usandolo come strumento acustico, e sicuramente la strumentazione disposta sul palco non è la strumentazione canonica del contesto musicale capitolino. Eppure l’originalità dei Daiana Lou consiste anche in questo. Accurata la scenografia, curata dai ragazzi dell’Istituto superiore di fotografia, con cui è stato un piacere relazionarsi, e che hanno realizzato per la coppia di giovani artisti, filmati di qualità.

Una bella serata, piacevole anche per padiglioni auricolari digiuni delle sonorità della coppia, che ha divertito ed incantato. A tratti hanno ricordato i primi Eurithmics, e con questa suggestione visiva, auguriamo loro un meritato successo, fuori dai talent perché il talento, questa giovane coppia, lo ha nella musica e nell’anima.

Live report e photogallery a cura di: Maria Luisa Avella

Daiana Lou live -Roma ph Maria Luisa Avella

Daiana Lou live -Roma ph Maria Luisa Avella

Daiana Lou live -Roma ph Maria Luisa Avella

Daiana Lou live -Roma ph Maria Luisa Avella

 

Daiana Lou live -Roma ph Maria Luisa Avella

Daiana Lou live -Roma ph Maria Luisa Avella

 

Daiana Lou live -Roma ph Maria Luisa Avella

Daiana Lou live -Roma ph Maria Luisa Avella

 

Daiana Lou live -Roma ph Maria Luisa Avella

Daiana Lou live -Roma ph Maria Luisa Avella

Daiana Lou live -Roma ph Maria Luisa Avella

Daiana Lou live -Roma ph Maria Luisa Avella

 

Daiana Lou live -Roma ph Maria Luisa Avella

Daiana Lou live -Roma ph Maria Luisa Avella

 

 

Sorrento Incontra…Alice. Le foto del concerto

Alice live @ Teatro Tasso - Sorrento ph Anna Vilardi

Alice live @ Teatro Tasso – Sorrento ph Anna Vilardi

Nell’ambito della nona edizione della rassegna “M’Illumino d’Inverno – Sorrento Incontra”, che da novembre a gennaio ha proposto appuntamenti con grandi nomi della musica internazionale, lo scorso 21 gennaio la cantante Alice,  artista di grande valore e figura unica della musica italiana che proprio di recente ha accompagnato Franco Battiato in un tour di grande successo, è stata protagonista di una suggestiva serata al Teatro Tasso. L’incontro si è suddiviso in due parti comprensive di un’intervista condotta da Federico Vacalebre (giornalista de “Il Mattino”) e di un breve concerto. Ad accompagnare Alice sul palco, Carlo Guaitoli (pianoforte e tastiere) e Antonello D’Urso (chitarre e programmazioni).

Photogallery a cura di: Anna Vilardi

Alice live @ Teatro Tasso - Sorrento ph Anna Vilardi

Alice live @ Teatro Tasso – Sorrento ph Anna Vilardi

Alice live @ Teatro Tasso - Sorrento ph Anna Vilardi

Alice live @ Teatro Tasso – Sorrento ph Anna Vilardi

Alice live @ Teatro Tasso - Sorrento ph Anna Vilardi

Alice live @ Teatro Tasso – Sorrento ph Anna Vilardi

Alice live @ Teatro Tasso - Sorrento ph Anna Vilardi

Alice live @ Teatro Tasso – Sorrento ph Anna Vilardi

Alice live @ Teatro Tasso - Sorrento ph Anna Vilardi

Alice live @ Teatro Tasso – Sorrento ph Anna Vilardi

 

Alice live @ Teatro Tasso - Sorrento ph Anna Vilardi

Alice live @ Teatro Tasso – Sorrento ph Anna Vilardi

 

Alice live @ Teatro Tasso - Sorrento ph Anna Vilardi

Alice live @ Teatro Tasso – Sorrento ph Anna Vilardi

 

Alice live @ Teatro Tasso - Sorrento ph Anna Vilardi

Alice live @ Teatro Tasso – Sorrento ph Anna Vilardi

 

Alice live @ Teatro Tasso - Sorrento ph Anna Vilardi

Alice live @ Teatro Tasso – Sorrento ph Anna Vilardi

 

 

 

 

Thurston Moore e James Sedwards live in Campania. Le foto del concerto

Thurston Moore, chitarrista e compositore statunitense nonchè fondatore dei Sonic Youth, la leggendaria band newyorkese che senza dubbio deve essere considerata una delle formazioni più importanti degli ultimi 30 anni per lo sviluppo dell’alternative rock è tornato in Italia, per la prima volta in assoluto in Campania, dopo il successo dello scorso luglio al Siren Festival, questa volta in duo, accompagnato da James Sedwards, chitarrista e bassista inglese, apprezzato per il suo lavoro nella scena avant-rock, nell’ambito dei Linea D’Ombra -Festival Culture Giovani.

Ecco le foto a cura di: Anna Vilardi

Thurston Moore e James Sedwards ph Anna Vilardi

Thurston Moore e James Sedwards ph Anna Vilardi

 Thurston Moore e James Sedwards ph Anna Vilardi

Thurston Moore e James Sedwards ph Anna Vilardi

Thurston Moore e James Sedwards ph Anna Vilardi

Thurston Moore e James Sedwards ph Anna Vilardi

Thurston Moore e James Sedwards ph Anna Vilardi

Thurston Moore e James Sedwards ph Anna Vilardi

Thurston Moore e James Sedwards ph Anna Vilardi

Thurston Moore e James Sedwards ph Anna Vilardi

 

Thurston Moore e James Sedwards ph Anna Vilardi

Thurston Moore e James Sedwards ph Anna Vilardi

 

Thurston Moore e James Sedwards ph Anna Vilardi

Thurston Moore e James Sedwards ph Anna Vilardi

 

 

 

 

Nada alla riscossa: le foto del concerto nell’ambito del Festival “Linea d’Ombra”

Nada ph Anna Vilardi

Nada ph Anna Vilardi

Ci eravamo innamorati di Nada grazie al successo di “Amore disperato” e alla bellezza senza tempo di “Ma che freddo fa”. L’abbiamo ritrovata con “Senza un perché” dopo che il regista premio Oscar Paolo Sorrentino ha scelto il brano per la quarta puntata della serie evento di Sky “The Young Pope” (in onda venerdì 4 novembre su Sky Atlantic) prodotta da Wildside, con protagonisti Jude Law, Diane Keaton e Silvio Orlando. Il brano è, in realtà, uno dei gioielli nascosti nella discografia della cantautrice toscana. La canzone è tratta dall’album del 2004 “Tutto l’amore che mi manca” e sta vivendo un momento di grandissima popolarità in tutte le classifiche. Forte di questo ritrovato splendore, l’artista si è esibita in concerto nell’ambito di  “Linea d’Ombra- Festival Culture Giovani” conquistando il pubblico grazie alla sua personalità e al suo carisma dichiaratamente controcorrente.

Photogallery a cura di: Anna Vilardi

Nada ph Anna Vilardi

Nada ph Anna Vilardi

"L'amore devi seguirlo"

Nada & The Toys Orchestra ph Anna Vilardi

Nada & The Toys Orchestra ph Anna Vilardi

Nada & The Toys Orchestra ph Anna Vilardi

Nada & The Toys Orchestra ph Anna Vilardi

Nada & The Toys Orchestra ph Anna Vilardi

 

Nada & The Toys Orchestra ph Anna Vilardi

Nada & The Toys Orchestra ph Anna Vilardi

 

Nada & The Toys Orchestra ph Anna Vilardi

Nada & The Toys Orchestra ph Anna Vilardi

 

 

 

 

Ornella Vanoni: un compleanno speciale al Pomigliano Jazz Festival. Le foto del concerto

Gioco e passione, classe e carisma. Sono queste le caratteristiche che fanno di Ornella Vanoni garanzia di qualità. Lei, emblema leggendario di un modo di fare musica sempre più raro, è stata protagonista di uno degli ultimi appuntamenti del Pomigliano Jazz Festival con uno straordinario concerto all’Anfiteatro Romano di Avella. Questa sua ultima avventura live s’intitola “Free soul” e racchiude un pò tutti i momenti fondamentali della carriera e della vita personale di Ornella. Un’occasione di incontro con l’artista senza alcun filtro, forse per questo ancora più preziosa e gradevole.

La photogallery del concerto a cura di : Anna Vilardi

Ornella Vanoni - Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

Ornella Vanoni – Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

Ornella Vanoni - Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

Ornella Vanoni – Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

 

Ornella Vanoni - Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

Ornella Vanoni – Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

 

Ornella Vanoni - Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

Ornella Vanoni – Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

 

Ornella Vanoni - Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

Ornella Vanoni – Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

 

Ornella Vanoni - Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

Ornella Vanoni – Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

Ornella Vanoni - Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

Ornella Vanoni – Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

 

Ornella Vanoni - Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

Ornella Vanoni – Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

 

Ornella Vanoni - Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

Ornella Vanoni – Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

 

Ornella Vanoni - Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

Ornella Vanoni – Pomigliano Jazz Festival ph Anna Vilardi

 

 

“A te”: il tributo live di Fiorella Mannoia a Lucio Dalla. Le foto

Fiorella Mannoia - "A te" - Anna Vilardi

Fiorella Mannoia – “A te” – Anna Vilardi

Fiorella Mannoia ha dato vita ad uno dei tributi più intensi e più attesi della stagione con “A te”, uno spettacolo speciale che l’artista ha costruito ad hoc e che lo scorso 2 agosto è stato appannaggio del pubblico di Salerno. Oltre agli undici brani del cantautore bolognese che compongono il disco “A Te”, uscito tre anni fa, altri successi compongono la scaletta del concerto-tributo. Registrate in presa diretta, le canzoni di questo album sono state arrangiate dai migliori direttori d’orchestra italiani: Peppe Vessicchio, Pippo Caruso, Stefano Zavattoni, Marcello Sirignano e Paolo Buonvino. “Anna e Marco” e “Caruso” sono i cavalli di battaglia a cui si aggiungono “Se io fossi un angelo”, “Chissà se lo sai”, “Milano”, “Felicità”, “Sulla rotta di Cristoforo Colombo” e “La casa in riva al mare” nonchè l’inedito “A Te”, appositamente composto, sono le perle scelte in uno sconfinato mare di poesie in musica.

Fiorella Mannoia - "A te" - Anna Vilardi

Fiorella Mannoia – “A te” – Anna Vilardi

Una selezione non facile per la quantità e la qualità della penna di Dalla, una selezione raffinata mirata a dare la giusta sintesi tra autore e interprete, due personalità e due vocalità molto distinte, a cui era necessario trovare un “compromesso” per riuscire a ottenere un buon risultato che, a dire il vero, è molto più di questo.

Le foto sono a cura di: Anna Vilardi

Fiorella Mannoia - "A te" - Anna Vilardi

Fiorella Mannoia – “A te” – Anna Vilardi

Fiorella Mannoia - "A te" - Anna Vilardi

Fiorella Mannoia – “A te” – Anna Vilardi

 

Lo show ipnotico dei Chemical Brothers al Market Sound: una notte di diletto alle porte della metropoli

The Chemical Brothers - Market Sound - Milano

Musica concepita come elemento di rottura e scardinamento di regole e schemi precostituiti. Questo è quello che fa l’elettronica, questo è quello che è avvenuto al Market Sound di Milano con la performance live dei Chemical Brothers. Grande, grandissima affluenza quella che si è vista nel villaggio dei balocchi, quello che già da un paio di mesi è il punto di riferimento per chi necessità di staccare la spina dal tran tran metropolitano.

The Chemical Brothers - Market Sound - Milano

The Chemical Brothers – Market Sound – Milano

Se 24 anni fa il duo di Manchester partiva dai più piccoli club di Londra, oggi i The Chemical Brothers sono tra i più grossi esponenti della scena elettronica mondiale grazie alla loro inconfondibile cifra stilistica e alla sempre massiccia presenza di pubblico ai loro live show. La serata, scandita dapprima dal warm up del dj Paolo Bolognesi a cura di m2o, dall’opening dj set del duo britannico Sigma (alle 21) e dall’after show di Gramatik (alle 0.15) ha rappresentato un raro momento di distensione a tutto spiano. Spaziando dal big beat, al trip hop, fino alla techno, lo show multimediale dei Chemical Brothers è stato ipnotico.

The Chemical Brothers - Market Sound - Milano

The Chemical Brothers – Market Sound – Milano

Il segreto sta anche nei capolavori creati da Adam Smith, noto visual artist, autore di quelle che sono a tutti gli effetti parti integranti di uno spettacolo non solo da ascoltare ma soprattutto da vedere. Un’esplosione estetica e sonora in grado di coinvolgere lo spettatore in una dimensione accattivante ma prima di tutto divertente.

The Chemical Brothers - Market Sound - Milano

The Chemical Brothers – Market Sound – Milano

Il concerto apertosi al ritmo di “Hey boy, hey girl… superstar dj’s, here we go!”, è proseguito alternandosi tra le hits contenute negli otto dischi pubblicato dal duo: “Sometimes I Feel So Deserted, Go, l’ ultimo “Born in the Echoes fino al medley di Setting Sun, “Out of Control e i grandi classici “Galvanize e Block Rockin’ Beats. Con uno spettacolo compatto, sintetico e stimolante, i Chemical Brothers hanno mostrato di essere in grande forma sebbene abbiano voluto mettere l’accento su sonorità meno impattanti a favore di una nuova linea leggermente più oscura ed in linea con lo sconvolgimento emotivo che attraversa gli animi d noi tutti in questo specifico momento storico.

Raffaella Sbrescia

Next Posts
TicketOne