Vocalmente: dal 6 al 9 settembre il Festival Internazionale A Cappella di Fossano

vocalmenteLa quarta edizione del festival internazionale della musica corale e a cappella di Fossano è alle porte. La manifestazione quest’anno si trasferisce in piazza Castello, più precisamente nella fortezza quattrocentesca degli Acaia.

Ormai nell’establishment dei festival musicali italiani ed europei, Vocalmente torna rinnovato non solo nell’aspetto ma anche nello spirito grazie all’introduzione del modello “free entry” per i concerti: la musica a cappella esce dal teatro per abbracciare non solo il pubblico consolidato del genere ma anche un pubblico nuovo di avventori anche meno consapevoli ma comunque vogliosi di scoprire l’alchimia speciale di un concerto sole-voci.

Inoltre, a partire dal 26 Giugno, per chi preferisce assicurarsi il posto a sedere, è possibile prenotare un sedile al costo di 3 euro a serata oppure “abbonarsi” acquistando con un unico click un voucher mono-posto per tutti e quattro i concerti al costo di 12 euro. Ogni utente potrà ordinare acquistare fino 5 posti (o 5 voucher) fino ad esaurimento dei 600 allestiti nella piazza Tutti i dettagli in Italiano ahttp://www.vocalmente.net/it/informazioni/prenotazioni/ o in inglese ahttp://www.vocalmente.net/informations/reservations/

L’area sarà comunque accessibile gratuitamente, tuttavia i voucher emessi alla prenotazione, da presentare allo staff ad ogni ingresso, garantiranno ai possessore il proprio posto a sedere in platea.

Il programma:

Cluster – Italia - 6 Settembre

Postyr – Danimarca – 7 Settembre

Skety – Repubblica Ceca – 8 Settembre

Rockapella –  USA- 9 Settembre 

Per quel che riguarda il piano didattico storicamente affiancato ai concerti, l’edizione 2017 stacca dalle precedenti fermando lo storico camp per una edizione mentre la direzione artistica dei Cluster già lavora al programma formativo di Vocalmente 2018 – VOCALMENTE ACADEMY – un’offerta didattica ancora più professionalizzante articolata in masterclass, laboratori di recording e talks con i professionisti del genere a cappella che hanno raggiunto la caratura del riconoscimento internazionale.

Un’ultima novità, inoltre, per gli amanti della gastronomia: sigillata la collaborazione con il marchio  Slow Food che si occuperà in via esclusiva delle aree di ristoro interne al festival all’insegna della qualità e dell’eccellenza territoriale piemontese.

www.vocalmente.net

FB https://www.facebook.com/vocalmentefestival

TW https://twitter.com/VocalmenteFest

G+ https://plus.google.com/+VocalmenteNetwork/videos

 YT https://www.youtube.com/VocalmenteNetwork

Pomigliano Jazz Festival: la musica di qualità a portata di tutti. Ecco il programma

Rava-Herbert-Guidi @Pomigliano Jazz Festival

Rava-Herbert-Guidi @Pomigliano Jazz Festival

Comincia oggi e continuerà fino al 6 agosto la XXII edizione del Pomigliano Jazz in Campania, nella ormai consueta formula itinerante che, oltre a Pomigliano d’Arco – città che ha dato i natali al festival nel 1996 – toccherà vari comuni del vesuviano e dell’alto nolano, coniugando musica, arte e valorizzazione del territorio.

L’edizione 2017 del festival ideato e diretto da Onofrio Piccolo si annuncia ricca di concerti esclusivi, progetti inediti e produzioni originali e avrà nel Vesuvio la location ideale e fortemente simbolica per i concerti d’apertura e chiusura.

Nella serata inaugurale di stasera ai conetti vulcanici del Carcavone, a Pollena Trocchia, sul versante settentrionale del Monte Somma il trio di Enrico RavaMatthew Herbert e Giovanni Guidip resenta il suo imprevedibile set fatto di elettronica, jazz e improvvisazione. In quella conclusiva, invece, Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura presenteranno sulla vetta del vulcano più famoso al mondo – a quota 1200 metri, sull’orlo del cratere del Gran Cono – “Vesuvio in Maggiore”, progetto concepito appositamente per il luogo, fortemente evocativo, che ospita la performance acustica al tramonto.

 

Al compositore, dj e producer Matthew Herbert è stata assegnata dalla direzione artistica la carta bianca di Pomigliano Jazz, riconoscimento simbolico che annualmente viene conferito ad un musicista che ha così l’opportunità di realizzare concerti esclusivi, creati ad hoc per il festival.  Oltre al concerto con Rava e Guidi, infatti, Herbert si esibirà al Parco delle Acque di Pomigliano d’Arco con un dj set che definire imprevedibile/indecifrabile è poco, sabato 29 luglio, anticipato dalle “rapsodie electrofisiche” del trio Loredana AntonelliMarco Messina e Sacha Ricci, con ospite Gianni Valentino. Domenica 30, invece, l’eclettico artista inglese dividerà il palco con l’Orchestra Napoletana di Jazz, ensemble diretto da Mario Raja che riunisce alcuni tra i migliori jazzisti campani, anche in questo caso proponendo una scaletta e un repertorio completamente inedito.

Il mese di agosto si aprirà con due grandi nomi del jazz statunitense: il 2 è atteso nelle suggestive Basiliche Paleocristiane di Cimitile il Robert Glasper Experiment, formazione guidata dal pianista texano, vincitore di 2 Grammy Awards e autore delle musiche originali per il film “Miles Ahead” diretto da Don Cheadle, che racconta la vita e il genio di Miles Davis. Ad accompagnare Glasper sul palco del Pomigliano Jazz nell’ultima tappa del suo tour italiano, ci saranno Casey Benjamin (sax e vocoder), Mark Colenburg  (batteria), Burniss Traviss II (basso) e Mike Severson (chitarra). Il quintetto presenterà dal vivo l’ultimo lavoro discografico “ArtScience”,  interessante incrocio tra black music, soul, jazz e r&b (biglietti: 20 euro). Giovedì 3 agosto, invece, arriva per la prima volta in Campania e in esclusiva per il sud Italia Gregory Porter. Il cantante californiano, vincitore del Grammy Awards per l’ultimo lavoro discografico “Take me to the alley” (Blue Note), che si è imposto nella categoria “Best Vocal Jazz Album”, si esibirà all’Anfiteatro Romano di Avella. Reduce dai sold out alla Royal Albert Hall di Londra e all’Olympia di Parigi, ha trovato una sua via per portare il jazz al grande pubblico, grazie a un talento indiscutibile, una straordinaria voce baritonale e un’irresistibile carica comunicativa (biglietti 25 euro platea, 15 euro galleria).

In cartellone anche  il pianista e compositore spagnolo Chano Dominguez, in scena con il Flamenco Quartet tra jazz, tradizioni andaluse e danza, nella sua unica data italiana; il quintetto di Alessandro Tedesco e Pino Melfi con ospite la cantante Ileana Mottola che presenta l’ultimo lavoro “Jack&Rozz”, ovvero i classici del rock riletti in chiave jazz; l’inedito concerto di Enrico Pieranunzi con due sassofonisti, Marco Zurzolo e Rosario Giuliani; l’anteprima live del progetto che riunisce tre esploratori del suono come Gianluca PetrellaEivind Aarset e Michele Rabbia, che porterà nei prossimi mesi alla pubblicazione di un disco per la ECM. E ancora, l’anteprima del nuovo lavoro del batterista Leonardo De Lorenzo dal titolo “The Ugly Duckling”; l’omaggio a Carlo Gesualdo del quintetto di Francesco D’Errico, con la nuova produzione di Itinera(etichetta discografica di Pomigliano Jazz) presentata in anteprima al festival e l’introspettivo piano solo del pianista e compositore Francesco Nastro

Oltre ai concerti, in programma itinerari turistici e visite guidate, i seminari di guida all’ascolto del jazz, lo spettacolo per i bambini a cura de I Teatrini per la regia di Giovanna Facciolo, dal titolo “Gli alberi di Pinocchio…Jazz” e la mostra itinerante “Storie di jazz“, ulteriormente ampliata con una sezione dedicata alla cover art e alle grandi copertine che hanno fatto la storia della musica afroamericana.

Anche quest’anno, inoltre, si rinnova l’impegno del Green Jazz per un festival a impatto zero, con una serie di comportamenti e di accorgimenti per limitare le emissioni di CO2, adottando la filosofia del car pooling (partner ufficiale è iGoOn), invitando al riuso e al risparmio energetico, valorizzando l’agricoltura del territorio e promuovendo l’ecoturismo. Il tutto, mettendo in rete una serie di partner istituzionali, a cominciare dall’Ente Parco Nazionale del Vesuvio, che abbraccia la grande area dei comuni del festival, il Consorzio Comieco e Legambiente Campania. Con Note di Gusto, invece, ritorna puntuale l’appuntamento con il buon cibo, che anche in questa edizione mette insieme le tante, diverse, energie della Comunità del Territorio del Vesuvio. Ad ogni concerto, infatti, gli agricoltori campani proporranno i loro prodotti, che saranno ‘interpretati’ da cuochi e pizzaioli del circuito Slow Food Vesuvio e Agro Nolano. L’immagine e la grafica 2017 del festival è tratta da un’opera dell’artista napoletano Salvatore Ravo.

Tutti gli eventi in programma sono ad ingresso gratuito ad eccezione dei concerti di Robert Glasper, Gregory Porter e Fresu/Di Bonaventura sul Vesuvio (info prevendita: www.azzurroservice.it - tel. 081 5934001). Per info sul festival e sulle attività della Fondazione Pomigliano Jazz:www.pomiglianojazz.com.

 

MI AMI Festival: dal 25 al 27 maggio la nuova edizione. Le news

MI Ami Festival

MI Ami Festival

Parte giovedì 25 maggio la tredicesima edizione del MI AMI Festival,  appuntamento per la nuova musica italiana organizzato da Rockit e Better Days, al Circolo Magnolia fino a sabato 27 maggio. Un’edizione che celebra il ventesimo compleanno di Rockit e che proprio in occasione della serata di apertura festeggia un altro importante anniversario: si tratta del ventennale di Confusa e felice, uno degli album più importanti di Carmen Consoli. La Cantantessa, per l’occasione, ha messo a punto un concerto creato ad hoc per il MI AMI. Un concerto inedito tra il tour teatrale “Eco di sirene” e l’inaugurazione della stagione al Teatro Greco Romano di Catania.

Oltre a Carmen Consoli, cui è dedicato l’hashtag di questa edizione #confusiefelici, per la giornata di giovedì 25 maggio si alterneranno, tra gli altri, i live di: Zen Circus, che anticipano il loro tour estivo sulle note del loro ultimo disco La Terza Guerra Mondiale; Niccolò Carnesi, uno dei nomi più brillanti della nuova generazione di cantautori italiani; Lucio Corsi, giovane cantautore che dopo aver aperto il tour invernale dei Baustelle porta al MI AMI il suo Bestiario Musicale; Di Martino e Fabrizio Cammarata che proporranno al festival il loro omaggio a Chavela Vargas; Il Pan del Diavolo, che con il loro live faranno ancora una volta saltare il pubblico.

Nelle giornate di venerdì 26 e sabato 27 saranno al festival: Baustelle, Le Luci della Centrale Elettrica, Giorgio Poi, Canova, Colombre, Italiano di Cumbia All Stars, progetto capitanato da Davide Toffolo, Pop X, Les Enfants, Davide Shorty, il rap di Mecna, Coez ma anche di Maruego, Laioung (accompagnato da The RRR Mob) e Carl Brave x Franco126 e molti altri, per una tre giorni di concerti imperdibili.

 BIGLIETTI E ABBONAMENTI

L’ingresso al MI AMI costa 23 euro (+d.p.) a giornata in prevendita. I biglietti in cassa costeranno 23  euro a giornata.

L’abbonamento ai tre giorni costa 52 euro (+d.p.) in prevendita e 60 euro alle casse del festival

Bambini fino a 12 anni (inclusi): ingresso gratuito  LA TESSERA ARCI NON SERVE.

Prevendite disponibili su: Mailticket, Xceed, Ticketone

 

 

Festival della Bellezza 2017: il programma completo

Festival della Bellezza 2017

Festival della Bellezza 2017

Dall’1 all’11 giugno e con un evento speciale il 30 e 31 agosto Verona diviene palcoscenico del meglio della nostra cultura nel segno della bellezza come avventura del pensiero: in riferimento ai protagonisti della storia artistica della città, da Dante a Shakespeare, da Goethe a Mozart, il festival è dedicato ai grandi dell’arte e della cultura in contesti unici per storia e suggestione come il Teatro Romano, il rinascimentale Giardino Giusti e l’Arena.

Programma Festival della Bellezza 2017

Giovedì 1 giugno, ore 21.30

Teatro Romano

Ute Lemper

Berlin days, Paris nights

(concerto)

Fascino, carisma ed eleganza di un’artista di livello mondiale, in un viaggio musicale dall’irrequieta anima berlinese in Weill, Brecht e le canzoni del Cabaret, alla suggestione poetica della chanson francese con i capolavori di Jacques Brel e Edith Piaf, fino all’approdo in Argentina con il Tango Nuevo di Piazzolla. Classe bionda da angelo azzurro a rinnovare l’ammaliante spirito di Marlene.

Venerdì 2 giugno, ore 21.30

Teatro Romano

Toni Servillo

Interprete della bellezza, bellezza dell’interpretazione

Dai classici del teatro a capolavori del cinema d’autore: l’attore di maggior personalità della scena contemporanea toglie la maschera del commediante e tiene quella del protagonista nel racconto dell’arte dell’interpretazione ad evocare il disincanto e la caustica ironia di suoi memorabili personaggi. È destino del grande attore prendere il volto della sua nazione dinanzi al mondo.

Sabato 3 giugno, ore 21.30

Teatro Romano

Vinicio Capossela

La forza del destino – Odissea musicale di Vinicio Capossela

(concerto)

Un concerto speciale in cui Vinicio ripercorre dagli inizi il proprio itinerario artistico intrecciando la visionarietà poetica delle sue canzoni più memorabili con quella di personaggi e arie di opere verdiane. Tra canzoni a manovella e lirica, un’occasione unica per ascoltare con un cast d’eccezione i suoi successi in uno spettacolo di grande suggestione, dall’Una e trentacinque circa a Marinai, profeti e balene.

Domenica 4 giugno, ore 21.30

Teatro Romano

Paolo Villaggio

Fantozzi

L’ironia corrosiva di un brillante scrittore satirico, inventore di un lessico e un timbro umoristico, nel racconto di film di culto della Commedia all’Italiana e del sodalizio umano e artistico con gli amici De André, Gassman, Tognazzi, Monicelli e Fellini. La commedia che sopravvive alla sua epoca diventa poesia.

Lunedì 5 giugno, ore 21.30

Teatro Romano

Morgan

David Bowie

(concerto)

L’eccentrico dandy, in un concerto espressamente creato per il Festival della Bellezza, omaggia la rockstar britannica con una selezione di riletture dei suoi classici più belli. L’enfant prodige incontra l’uomo che cadde sulla terra: identificazione musicale nell’estraneità extraterrestre.

Martedì 6 giugno, ore 21.30

Teatro Romano

Umberto Galimberti

La sapienza greca

Alla scoperta del nostro modo di pensare, tra gli antenati che ci sono Maestri. Le grandi questioni esistenziali tra chi per primo se le è poste, dall’origine del mondo al senso della vita, dal valore della bellezza alla via per la felicità. Incontro con la grandezza dell’uomo che ricerca nel dubbio e diventa individuo, il suo linguaggio tragico, la sua visione estetica dell’esistenza.

Mercoledì 7 giugno, ore 18.30

Giardino Giusti

Massimo Recalcati

Lacan e il desiderio

Dal piacere di Freud al desiderio di Lacan, i concetti che cambiano l’autocomprensione e il destino del genere umano. Origine e meta dei percorsi dell’Io negli ambivalenti rapporti con l’inconscio tra pulsioni e simboli, reale e immaginario. La poesia come trauma e direzione del linguaggio. Sulle ali del desiderio procede il senso di sé.

Mercoledì 7 giugno, ore 21.30

Teatro Romano

Federico Buffa

Muhammad Ali – A night in Kinshasa

(spettacolo teatrale)

Spettacolo multimediale in prima assoluta sulle gesta di una delle grandi icone del secondo Novecento, il talento, la personalità, l’estro, la bellezza, il gusto della provocazione, le lotte per i diritti civili. Focus su “The rumble in the jungle”, la notte più incredibile della storia dello sport, in cui The Greatest si impone nell’immaginario di una generazione. Musiche composte ed eseguite al pianoforte da Alessandro Nidi.

Giovedì 8 giugno, ore 18.30

Giardino Giusti

Gloria Campaner

I romantici Chopin e Beethoven

(concerto)

L’indomito spirito creativo romantico in un concerto che ne esprime sensibilità e tonalità. I cieli tempestosi si tramutano nello splendore dell’attimo di un chiaro di luna, l’anelito all’indipendenza si specchia nello struggente e delicato ardore del sentimento. George Sand ispira il poeta del pianoforte, Beethoven ispira se stesso e i posteri.

Giovedì 8 giugno, ore 21.30

Teatro Romano

Goran Bregovic

Goran Bregovic and The Wedding & Funeral Orchestra in concert

(concerto)

Concerto dai ritmi travolgenti, tra i più coinvolgenti del panorama internazionale, mix scoppiettante di jazz, tango, ritmi folk slavi, polifonie sacre ortodosse e chitarra elettrica. Il grande musicista si esibisce con una formazione d’eccezione che si raddoppia con l’aggiunta di nuovi strumenti e sonorità. L’eleganza del rock attraverso l’estro dei violinisti e gli ottoni consumati della Sagra della Primavera.

Venerdì 9 giugno, ore 21.30

Teatro Romano

Vittorio Sgarbi

Michelangelo

(spettacolo teatrale)

In scena un’irrituale indagine sull’estro e l’indole del più eclettico genio artistico, nelle connessioni con gli spiriti eletti di un’epoca di insuperati prodigi. L’uomo e il divino s’incontrano tra marmi splendenti e sulla volta di un immenso granaio. Musiche composte ed eseguite dal vivo da Valentino Corvino, elaborazioni visive di Tommaso Arosio.

Sabato 10 giugno, ore 18.30

Giardino Giusti

Beppe Severgnini

Poeti e scrittori in redazione

Montale, Flaiano, Sciascia, Buzzati, Pasolini, Calvino in versione prime firme: lo sguardo sul quotidiano di chi compone per l’eternità nella collaborazione col Corriere. Neppure il rullo compressore della cronaca insidia la poesia nella rotativa.

Sabato 10 giugno, ore 21.30

Teatro Romano

Massimo Cacciari

Il Don Giovanni di Mozart

(lezione con musica)

Contrappunto illuminista alla commedia dell’arte, rime e accordi in controcanto alla tradizione e in sintonia con Diderot. Filosofia e musica dialogano su domande poste di nascosto e spiazzanti risposte sottintese, tra eros e comicità. Di cosa parliamo quando cantiamo d’amore? Interventi musicali al pianoforte di Edoardo Strabbioli.

Domenica 11 giugno, ore 21.30

Teatro Romano

Philippe Daverio

Picasso

(narrazione teatrale)

La massima griffe dell’arte moderna, l’artista che si fa insuperabile modello, l’onnipotenza del creatore. “Io non cerco, trovo”. L’occhio sensuale e la metabolizzazione degli stili innovano per sempre lo sguardo gettato dall’arte, nessuna visione sarà più la stessa. Tra sinuose curve e azzardate spigolosità i suoi ritratti finiscono per somigliare al nostro. Al pianoforte Ilaria Loatelli.

Mercoledì 30 e giovedì 31 agosto, ore 21.00

Arena

Ennio Morricone

The 60 Years of Music World Tour

Ultimi concerti in Arena del più celebre compositore contemporaneo, appuntamento conclusivo della sua tournée mondiale, con i grandi classici, da C’era una volta in America a Mission, fino alle musiche dell’Oscar per l’ultimo film di Tarantino. Ospite d’onore la grande cantautrice Dulce Pontes.

 

Swing’n'Milan: dal 6 al 9 ottobre il Festival swing più cool d’Italia allo Spirit de Milan

swing-n-milan_7

Tutto pronto per Swing’n'Milan. Da domani e fino al 9 ottobre allo Spirit de Milan si terrà infatti il Festival swing più cool d’Italia. Quattro giorni ricchi di musica, cultura, moda, cibo e danza che catapulterà il pubblico nell’affascinante atmosfera americana dei magici anni 30 e 40. Le migliori band italiane e internazionali infiammeranno l’atmosfera con le loro esibizioni dal vivo, mentre professionisti, appassionati e curiosi affolleranno la pista da ballo danzando sui ritmi travolgenti di lindy hop, swing, charleston e balboa.

Ecco un assaggio di quello che vi aspetta:

 

Tutti gli avventori potranno inoltre approfittare della presenza di professionisti di look, trucco e parrucco vintage che nei loro corner, pronti con forbici,spazzole, make up, abiti, occhiali, accessori e tutti gli strumenti del mestiere, daranno al pubblico un perfetto stile swing, dalla testa ai piedi!

Swing'n'Milan

Swing’n'Milan

Durante i quattro giorni al via anche il DANCE CAMP a pagamento dedicato a tutti i ballerini e diviso in quattro livelli: “Improvers”, “Intermediate”, “Intermediate -Advance” e “Advance” (info, costi e iscrizioni su www.swingnmilan.it).

Per la prima volta, ci sarà anche il corso LINDY START, dedicato agli aspiranti ballerini che vogliono avvicinarsi al mondo del lindy hop e non sanno come cominciare a muovere i primi passi.

Tutti i corsi sono tenuti da ballerini professionisti provenienti da tutto il mondo.

 

6 – 7 – 8 – 9 OTTOBRE

SPIRIT DE MILAN (CRISTALLERIE LIVELLARA – via Bovisasca, 59)

https://www.facebook.com/events/538246836353602/

tutte le info e programma completo su www.swingnmilan.it

Ingressi (tutti con consumazione compresa): giovedì € 15 – venerdì € 20 – sabato €25 – domenica € 10

Party pass per tutte le sere € 60 – pass venerdì e sabato € 40

GIOVEDÌ 6 OTTOBRE

Apertura porte ore 19.00

APERITIF & DINNER + Dj Marco Swing

Dalle ore 20.00 alle ore 21.00

FIRST STEPS a cura di Golden Swing Society

passi base per principianti gratuiti e senza iscrizione

Preliminary Strictly Competition, la competizione di ballo
a livello avanzato che vedrà sfidarsi le migliori coppie di ballerini

Dalle ore 21.30 alle ore 24.00

On stage: JUMPING JIVE BAND

 

Dalle ore 24.00 a chiusura

Dj set con Dj Marco Swing

***

 

VENERDÌ 7 OTTOBRE

Registrazione dalle ore 11.30

AUDITIONS per aiutare gli iscritti a capire in che corso saranno inseriti, a seconda del loro livello

Dalle ore 13.30 alle ore 18.30

DANCE CAMP con insegnanti italiani e internazionali

Alle ore 19.00

APERITIF & DINNER + Dj Marco Swing

Dalle ore 20.00 alle ore 21.00

FIRST STEPS a cura di Golden Swing Society

passi base per principianti gratuiti e senza iscrizione

Dalle ore 21.30 alle ore 24.00

On stage: MAURO L.PORRO’S ROYAL SWING LEEKERS + DIZZY BIRDS feat. MESCHIYA LAKE

The show: TEACHER’S JAM

A seguire Preliminary Jack’n’Jill Competition,
la competizione di ballo che vedrà sfidarsi i migliori ballerini, e la finale della Strictly Competition

Dalle ore 24.00 a chiusura

Dj set con Dj Marco Swing

 

***

 

SABATO 8 OTTOBRE

Registrazione dalle ore 12.00 alle ore 12.30

AUDITIONS per aiutare gli iscritti a capire in che corso saranno inseriti, a seconda del loro livello

Dalle ore 13.30 alle ore 18.30

DANCE CAMP con insegnanti italiani e internazionali

Dalle ore 14.00 alle ore 17.30

LINDY START a cura di Golden Swing Society
passi base per principianti gratuiti e senza iscrizione

Alle ore 19.00

APERITIF & DINNER + Dj Marco Swing

Dalle ore 20.00 alle ore 21.00

FIRST STEPS a cura di Golden Swing Society

passi base per principianti gratuiti e senza iscrizione

Dalle ore 21.30 alle ore 24.00

On stage: SWING VALLEY BAND + DIZZY BIRDS feat. MESCHIYA LAKE

The show: TEACHER’S JAM

A seguire Final Jack’n’Jill Competition,
la competizione di ballo che vedrà sfidarsi i migliori ballerini

Dalle ore 24.00 a chiusura

Late night swing and dj set con Dj Marco Swing & Doctor Swing

 

***

 

DOMENICA 9 OTTOBRE

Dalle ore 13.30 alle ore 18.30

DANCE CAMP con insegnanti italiani e internazionali

Alle ore 19.00

APERITIF & DINNER + Dj Marco Swing

Dalle ore 21.30 alle ore 24.00

On stage: SWING VALLEY BAND + MAURO L.PORRO’S ROYAL SWING LEEKERS

Dalle ore 24.00 a chiusura

Dj set con Dj Marco Swing

Naturalmente pianoforte: dal 21 al 24 luglio a Pratovecchio Stia (Ar). Il programma e tutte le iniziative

Naturalmente Pianoforte

Naturalmente Pianoforte

Tutto pronto per la nuova edizione di NATURALMENTE PIANOFORTE, quattro giorni tra concerti, workshop e improvvisazioni che animeranno il territorio del Casentino dal 21 al 24 luglio a Pratovecchio Stia(Arezzo).

Quest’anno, l’immagine del festival è stata creata per l’occasione dal cantautore Luca Carboni: «Nel pensare un’immagine che potesse rappresentare il festival – racconta l’artista – mi è piaciuta un’idea di pianoforte a coda, stilizzato, che si trasforma in un volto femminile, con rimandi a un velo, a sembianze che possano richiamare il mondo arabo. A me piace giocare sui contrasti, e spesso nelle mie opere figurative cerco di inserire elementi socio-politici o filosofici, che consentano anche a chi osserva di sviluppare una propria prospettiva».

Durante “Naturalmente Pianoforte”, il pianoforte sarà per quattro giorni il punto di osservazione da cui raccontare la musica e sviluppare un progetto di socialità e comunicazione. Il comune di Pratovecchio Stia, il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna – inteso come cuore del Casentino e centro di bellezze naturali, storiche, enogastronomiche – confermeranno la loro attitudine di luogo dedito all’ospitalità e all’incontro, crocevia di artisti, appassionati e semplici curiosi del turismo culturale.

«La riuscita di un festival dipende da molti fattori - afferma il direttore artistico Enzo Gentile - e tra questi c’è anche la possibilità di coinvolgere gli artisti in performance e programmi che escano dalla routine delle loro tournée. Di questo, a “Naturalmente Pianoforte”, siamo particolarmente orgogliosi, per la disponibilità manifestata da tutti loro a suonare ed esibirsi in un’ottica originale e di particolare stimolo anche per il pubblico».

 Il programma

Giovedì 21 luglio si darà quindi il via alla nuova edizione del festival “Naturalmente Pianoforte” con il suggestivo concerto al tramonto di GAETANO LIGUORI al castello di Porciano. Alla sera, invece, in Piazza Tanucci a Stia, si terranno i due concerti gratuiti di RACHELE BASTREGHI dei Baustelle e di LAURA FEDELE.

Venerdì 22 luglio il compositore e pianista russo SASHA PUSHKIN terrà un concerto al Giardino Nardi Berti di Pratovecchio, mentre MARIO MARIANI sarà il protagonista del suggestivo concerto sull’acqua, al “Canto alla Rana” di Stia. In apertura della serata, la giovane pianista toscana GIULIA MAZZONI si esibirà in Piazza Vecchia – Piazza Jacopo Landino di Pratovecchio, prima dello speciale concerto che MORGAN proporrà in esclusiva per il festival, denominato “IL CLASSICO MORGAN” (biglietto per la serata 15 euro). Morgan, al pianoforte, sarà accompagnato da due musicisti che condividono con lui l’ecletticità: Megahertz (Daniele Dupuis) alle tastiere ed elettronica, e Marco Carusino alle chitarre. Morgan intraprenderà un viaggio tra le sue passioni e i compositori che hanno nutrito da sempre la sua vocazione, a partire da Bach, di cui ha ripreso e riadattato con originalità e insieme rispetto per le fonti il “Clavicembalo ben temperato” e la “Suite inglese in la minore”, fino a Beethoven e a Satie, di cui ricorrono i 150 anni dalla nascita. Non mancheranno in questa esplorazione di Morgan le naturali incursioni nel suo repertorio e in quello degli autori della grande musica italiana, da Modugno a Endrigo, da Bindi a Giovanni D’Anzi, con un omaggio anche al rock senza frontiere di David Bowie. Il concerto di mezzanotte sarà invece affidato al RUSCONI TRIO, che si esibirà in Piazza Nova – Piazza Paolo Uccello.

Morgan

Morgan

Sabato 23 luglio la giornata inizierà con il concerto d’organo di GIUSEPPE AZZARELLI nella Propositura Santissimo Nome di Gesù di Pratovecchio e proseguirà nel pomeriggio con il concerto di MARIO TOTARO al Giardino Nardi Berti di Pratovecchio, mentre alle 18.30 sarà la volta del concerto nel parco di VITTORIO COSMA, che si esibirà a Valagnesi (frazione di Pratovecchio Stia all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi). Alla sera, la Piazza Vecchia – Piazza Jacopo Landino di Pratovecchio ospiterà i concerti del pianista e compositore fiammingo WIM MERTENS con il saxofonista e clarinettista Dirk Descheemaeker, e il live dell’innovativo compositore italiano ROBERTO CACCIAPAGLIA con Gianpiero Dionigi alla postazione elettronica (biglietto per la serata 15 euro). A mezzanotte, come ultimo concerto della giornata, a Piazza Nova – Piazza Paolo Uccello di Pratovecchio si terrà lo speciale evento “Un pianoforte per L’Aquila” con MIRKO SIGNORILE, CLAUDIO FILIPPINI e GIOVANNI GUIDI.

Domenica 24 luglio, ultima giornata di eventi di “Naturalmente Pianoforte”, si aprirà con il concerto all’alba a Pieve di Romena (ore 5.30), dove spetterà a ROCCO DE ROSA dare il via alla chiusura nel migliore dei modi. In mattinata ci si sposterà poi a Pratovecchio, dove GIUSEPPE AZZARELLI proporrà il suo concerto d’organo presso la Propositura Santissimo Nome di Gesù di Pratovecchio. A mezzogiorno, in Piazza Vecchia – Piazza Jacopo Landino, si terrà il concerto della FILARMONICA “ENEA BRIZZI” diretta dal Maestro Leonardo Rossi con il Pianista Marco Lazzeri, che eseguirà “Rhapsody in Blue” di George Gershwin. Nel pomeriggio, GIANNI LENOCI terrà un concerto presso il Giardino Nardi Berti, mentre ROBERTA DI LORENZO si esibirà presso l’ex Lanificio Berti di Pratovecchio. Sarà l’esclusivo concerto di ALICE, accompagnata dal pianista MICHELE FEDRIGOTTI, a chiudere la manifestazione(biglietto per la serata 15 euro). Per l’occasione la cantautrice interpreterà brani tratti dal programma “ART ET DECORATION”, un viaggio nella musica di fine Ottocento e primi Novecento, attraverso l’origine della canzone con brani di confine: chansons, songs e melodie di compositori come Hahn, Ives, Villa-Lobos, Fauré, Ravel, Satie, Gurney, Montsalvage, Sadero, Saint-Saëns. L’ultimo appuntamento per “Naturalmente Pianoforte” 2016 sarà ilconcerto del compositore e pianista ucraino LUBOMYR MELNYK.

 Piano Academy

Da venerdì 22 luglio a domenica 24 luglio, inoltre, si terrà anche “PIANO ACADEMY”, la proposta di “Naturalmente Pianoforte” diretta dal pianista e compositore MARIO MARIANI, artista fortemente riconoscibile per l’eclettico ed emozionante approccio al pianoforte. “Piano Academy” comprende un percorso formativo articolato in 3 workshop (pianoforte classico – docente: Massimiliano Damerini; pianoforte moderno e contemporaneo – docente: Mario Totaro; jazz e free improvisation – docente: Gianni Lenoci) suddiviso in 3 giorni e dà l’opportunità ai 35 giovani pianisti italiani e internazionali selezionati di esibirsi nelle postazioni previste dall’organizzazione nelle vie e nelle piazze del paese, di fronte a un pubblico numeroso, vasto ed eterogeneo, contribuendo così attivamente allo svolgimento della manifestazione stessa. I giovani pianisti suoneranno dalle 17 alle 24 su palchi principali e ciascuna performance avrà durata di 30 minuti, con la possibilità di repliche durante la giornata.

Durante la manifestazione decine di pianisti suoneranno i 19 pianoforti collocati nelle strade e nelle piazze dei due borghi e presso luoghi particolarmente suggestivi, come la Pieve di Romena, il castello di Porciano, il parco fluviale del Canto alla Rana, la frazione di Valagnesi, per 4 giorni di musica non-stop. Musica, come lingua, come segno, come funzione vitale da originare e plasmare attraverso il pianoforte, sempre nell’intento di valorizzare con l’invasione della musica un contesto irripetibile di paesaggio e architettura.

 Le iniziative parallele

Naturalmente Pianoforte” non è solo una kermesse pianistica: alla parte più strettamente musicale sono collegati altri progetti (come “I Sapori del Casentino”, “Il Piano Condiviso”, “Piccoli Piani”, “Pedalando Naturalmente Pianoforte”) che hanno lo scopo di promuovere e valorizzare la valle e i suoi prodotti.

  • I Sapori del Casentino… e del Parco

Il senso del gusto si può declinare in tanti modi e a quello più immateriale che si riferisce all’ascolto dal vivo della musica di qualità si può felicemente abbinare anche il gusto più concreto del palato, quello legato ai buoni cibi, realizzati direttamente nella valle. I “Sapori del Casentino…e del Parco”, manifestazione che ha luogo in contemporanea e negli stessi luoghi di “Naturalmente Pianoforte”, svolge proprio questa funzione: nell’occasione, infatti, alcuni tra i migliori produttori casentinesi e del versante romagnolo del Parco delle Foreste Casentinesi esporranno i loro prodotti tipici, che potranno accompagnare la selezione musicale di “Naturalmente Pianoforte”.

  • Il piano condiviso

Nei giorni della manifestazione le piazze e le strade di Pratovecchio Stia verranno letteralmente “invase” da decine di pianoforti, a indicare una nuova forma di condivisione dello strumento e della sua musica. 13 di questi pianoforti verranno dipinti e trasformati in “piccole opere uniche” dagli alunni delle scuole e dai ragazzi dei centri disabili del territorio. Gli strumenti verranno esposti a Pratovecchio, a disposizione di chiunque voglia “metterci le mani sopra”, adulto o bambino che sia, per suonarli o semplicemente per curiosità. Finita la manifestazione troveranno infine sede presso alcune sedi istituzionali come le scuole, il municipio, la biblioteca e la casa di riposo.

  • Piccoli Piani

Oltre a poter testare direttamente i 13 pianoforti colorati sparsi nelle strade e nelle piazze di Pratovecchio, i più piccoli saranno protagonisti di alcune iniziative specifiche:

-       “IL RESPIRO DELLA TERRA – rumori, suoni e movimenti nei 4 elementi”, un laboratorio di musica e danza, dal 18 al 24 Luglio, rivolto a bambini di età compresa tra i 7 e i 12 anni, per sperimentare la creatività dei movimenti e dei gesti del corpo sulla base di musiche e suoni ispirati ai 4 elementi della natura (terra, aria, acqua e fuoco), prodotti dal vivo da un pianoforte e accompagnati da immagini relative a tali elementi.

-       Uno spazio-gioco nella Piazza Nova di Pratovecchio, dove saranno presenti e disponibili vecchi e nuovi giochi di legno da usare con l’aiuto di animatori esperti.

Sarà inoltre organizzato anche un Baby Point, pensato per i genitori con bambini più piccoli.

  • Pedalando Naturalmente Pianoforte

Il Casentino è una valle che per le sue caratteristiche storiche e ambientali presenta una forte vocazione al turismo sostenibile, eco-compatibile, un turismo “meditativo”. Il cicloturismo rientra a pieno titolo in questa prospettiva, e per questo, durante i giorni della manifestazione, sarà organizzato, tramite la FIAB di Arezzo, un soggiorno per cicloamatori/cicloturisti.

L’Associazione ‘PratoVeteri’, forte del successo di “PianoForte-musica sostenibile nell’Appennino toscano” del 2012 e del 2014, è l’organizzatore della terza edizione dell’evento, ora con la denominazione di “Naturalmente Pianoforte” e la nuova Direzione Artistica di Enzo Gentile, giornalista, critico musicale e docente universitario, in collaborazione con il Comune e l’Ente Parco delle Foreste Casentinesi.

NATURALMENTE PIANOFORTE” sostiene la FONDAZIONE GIOVANNI PAOLO II per il progetto della nuova orchestra nazionale palestinese.

 

I-Days Festival: la musica che conta nel cuore della Brianza. Le news ed il programma

IDays

La Brianza si prepara ad accogliere lei emozioni, i sorrisi e le aspettative di decine di migliaia di appassionati di grande musica. L’ I-Days 2016  è ormai alle porte: dall’8 al 10 luglio il Parco dell’Autodromo accoglierà alcuni dei più rinomati esponenti del panorama musicale internazionale: da Paul Kalkbrenner ai Sigur Ros. Per l’occasione saranno allestiti 4 palchi per garantire uno show a tutto tondo ai tanti presenti: Parabolica Main Stage, Ascari Stage, Brianza Rock Circus e Red Bull Bus Stage. Concerti in contemporanea e un’area campeggio di 34mila mq alberati all’interno del parco (attrezzati con bagni, docce, area lavanderia e lavastoviglie, area giochi bimbi, pet friendly) saranno disponibili per chi non vorrà perdersi nemmeno un minuto della manifestazione.

I-Days Festival

I-Days Festival

Gli organizzatori di I-Days 2016 e di Brianza Rock Festival si sono riuniti questa mattina in cima al Pirellone di Milano per dare ufficialmente il via all’evento. Roberto Masi, organizzatore dell’evento e direttore artistico di Brianza Rock Festival ha dichiarato: “Siamo entusiasti di questo sodalizio, grazie ai grandi nomi dell’I-Days daremo ancora più visibilità alla musica italiana, ai gruppi emergenti e alle realtà espressive del territorio”. Tra gli ospiti, immancabile Andy Fumagalli, musicista e artista monzese che ha presentato il progetto per celebrare David Bowie, il “Duca bianco”: “Ho snobbato Monza per anni, ora mi sto riappropriando della città portandovi quanto ho raccolto insieme ai Bluvertigo e con la mia attività di artista”, ha confessato. Non solo musica. Oltre al flash mob che verrà organizzato sulle note di “Space Oddity”, anche l’arte avrà la sua parte. Un missile alto 12 metri e un fulmine alto 3 metri, opere di Aladine Sane, saranno un simbolo in ricordo del cantante che ha segnato la musica del secolo scorso.

Da segnalare, infine, lo spazio che l’ I-Days Festival intende dare alla musica del futuro con il contest denominato “Rockin’ the school”: più di 300 band hanno partecipato alla lunga selezione che ne porterà due sui palchi del festival. In crescita anche l’iniziativa del Festival Letterario di Monza e Brianza, ad ulteriore tangibile testimonianza di un impegno culturale completo e trasversale da parte di tutto il territorio interessato.

 Raffaella Sbrescia

I-Days Festival 2016: programma

Venerdì 8 luglio

Area parabolica (apertura porte h 17)Jasmine Thompson (19.25), Bloc Party (20.45), Paul Kalkbrenner (22.45)

Area Ascari (apertura porte h 17): Doc Brown (17.40), Michele Bravi (18.40), The Sherlocks (20), Jake Bugg (21.45),  Random (23.30)

Brf Circus (apertura porte h 17): the New Waves (17.40), Another Feedback (18.40), Never Trust (20)

Red Bull Tour Bus (apertura porte h 17): Klune (19.25), Drywet (20.45), Hermit 22.45)

Sabato 9 luglio

Area parabolica (apertura porte h 17): Shura (18.45), Stereophonics (20.15), Sigur Ros (22.30)

Area Ascari (apertura porte h 17): Knk Project (18.40), Honne (19.30), Lapsley (21.30),Formation (00.00), Sophie (1.15)

Brf Circus (apertura porte h 17): Mr kite (18), Sandflower (19.30), Royal Bravada (21.30)

Red Bull Tour Bus (apertura porte h 17): Phill Reynolds (17.15), Buzzy Lao (18.45), The Union Freego (20.15), Joan Thiele (22.30)

Domenica 10 luglio

Area parabolica (apertura porte h 17): Sica (17.30), Eagulls (18.30), Biffy Clyro (20.15),Suede (22.30)

Area Ascari (apertura porte h 17): Anteros (18), Public Access Tv (19.30),Klangstof (21.30)

Brf Circus (apertura porte h 17): The Elements (18.15), Mellow Toy (19.30), Mataleòn (21.30)

Red Bull Tour Bus (apertura porte h 17): Dankalia (18.30), Iiso (20.15), Giulia’s Mother (22.30)

Arriva il Postepay Rock in Roma 2016 ed è davvero estate

DSC_2328 copia

Avrebbe dovuto essere l’anno dei Pearl Jam. Ma dovremo “accontentarci” del Boss.
Presentata ieri a Roma la quindicesima edizione del Rock in Roma, l’ottava sponsorizzata da Poste Italiane. Manifestazione di punta dell’Estate Romana, coordinata da Massimiliano Bucci e Sergio Giuliani, che ha non solo portato a Roma, nel corso degli anni, mostri sacri del panorama musicale mondiale, ma ha dato l’opportunità a molti artisti emergenti di confrontarsi con un grande pubblico, su un grande palco, testandone in tal modo le capacità di affrontare una vera situazione da grande concerto Rock. Il pubblico romano aspettava i Pearl Jam. Ma, si tratti del boomerang Bataclano o di qualsiasi altra motivazione, I Pearl Jam non ci saranno. Non mancano tuttavia nomi di notevole rilievo, tale da rendere assolutamente soddisfacente la proposta 2016. Apriranno, il 6 giugno, i Duran Duran, e giù, a seguire, una nutrita lista di artisti di fama internazionale: ma, da quest’anno ci sarà una novità.
“The Italian Way”, serie di concerti che vedrà protagonisti solo artisti italiani – tra cui Coez, Guè Pequeno, Salmo e Maldestro – e si terrà nell’area del festival nelle serate lasciate libere dagli ospiti internazionali.
La sede del festival, l’Ippodromo delle Capannelle, che ospiterà tre stage: Black, White e Red, quest’ultimo dedicato ai dj set. Oltre a ciò, due appuntamenti di quelli che un giorno potremo dire “io c’ero” troveranno collocazione all’interno di una cornice unica, quella della Roma antica. Sarà l’ippodromo delle Capannelle ad ospitare David Gilmour e Bruce Springsteen. Due date che fanno già registrare sold out. Il festival, oramai storicizzato all’interno delle rassegne dell’estate romana, ospiterà anche Save the Children, che promuoverà le iniziative per il sostegno delle adozioni a distanza, e e l’associazione Susan G. Komen Italia per la lotta ai tumori al seno.

Ecco a voi le date e buon divertimento!

Roberta Gioberti

7 giugno: DURAN DURAN

8 giugno: NIGHTWISH + Epica + Apocalyptica + Temperance

21 giugno: LUKAS GRAHAM + Giò Sada e Barismootsquad + Joan Thiele

28 giugno: BLACKBERRY SMOKE + Simo

2 luglio: G3 featuring JOE SATRIANI, STEVE VAI e THE ARISTOCTRATS

2 e 3 luglio @Circo Massimo: DAVID GILMOUR

6 luglio: GLEN HANSARD

11 luglio: SUEDE + STEREOPHONICS

12 luglio: SLAYER + AMON AMARTH

13 luglio: THE 1975

15 luglio: SKUNK ANANSIE

16 luglio @Circo Massimo: BRUCE SPRINGSTEEN and THE E STREET BAND + Counting Crows + Treves Blues Band

18 luglio: PRIMAL SCREAM

24 luglio: IRON MADEN + Bullet For My Valentine + Anthrax+ Saxon + Sabaton + The Raven Age + The Wild Lies + A Perfect Day

THE ITALIAN WAY

11 giugno: ORCHESTRACCIA

18 giugno: I CANI

25 giugno: COEZ

5 luglio: JAMES SENESE + Maldestro

9 luglio: GEMITAIZ

19 luglio: AFTERHOURS

26 luglio: GUE’ PUQUENO

28 luglio: SALMO

29 luglio: MINISTRI + Selton

30 luglio: MEZZOSANGUE

Al via la nuova esclusiva stagione dei Magazzini Generali. I primi grandi eventi in programma

1902983_10152803211879328_7875654459394375578_n

Milano, 23 Settembre 2015 – Dopo il grande successo degli anni precedenti, a partire da fine Settembre ritorna ufficialmente la nuova stagione dei Magazzini Generali di Via Pietrasanta 16, pronta a sorprendere il grande pubblico avvalendosi della partecipazione di numerosissime special guest stars internazionali. Il noto locale milanese, da sempre generatore di mode e tendenze, ancora una volta si propone di offrire le migliori novità del panorama musicale internazionale odierno, attraverso un ricco calendario di appuntamenti dedicati alla grande musica di qualità.

Il mercoledì notte è la volta di “Deeplay – Find your Deep Essence….and play” l’esclusiva serata firmata Magazzini Generali pensata principalmente per un target giovane, universitario, dinamico e amante dei party. La serata proporrà la migliore musica del momento selezionata dai numerosissimi dj di fama nazionale e internazionale che si alterneranno sul palco, creando un piccolo angolo di mondo dove estraniarsi profondamente sui battiti della musica Deep e Tech House.

Il giovedì sera, invece, protagonista assoluta è la musica latina: salsa, bachata, Kizomba e animazione rigorosamente latina, sono solo alcuni degli ingredienti vincenti dell’imperdibile “Giovedì Latino” by Pupo Dj, rivolto non solo agli appassionati del genere ma, a chiunque abbia voglia di sperimentare e divertirsi a ritmo di danza.

Il venerdì ONE NIGHT, a ritmo di hip hop, house e musica commerciale. Una serata tutta da ballare con tanti dj che si alterneranno alla consolle.

“Non accontentarti dell’orizzonte. Cerca l’infinito”, esattamente questo lo spirito di partenza di MaGAYzzini, l’appuntamento GLBT storico che anima la notte del sabato sera. Da Sabato 19 Settembre, al Level 1 MACHOS presenta PLAYRoom, Il weekly Party for Men che si svolgerà ogni settimana nel Prive’ Up Level Space Privè Total House Men.

Gli eventi esclusivi

Oltre agli eventi settimanali del mercoledì, giovedì e sabato sera, Magazzini Generali ha in programma moltissimi live esclusivi dei principali artisti internazionali della scena musicale contemporanea. Tra i concerti già annunciati si comincia l’11 Ottobre con la musica di una delle band più innovative e influenti di tutti i tempi i PIL, capitanati da John Lydon, storico membro dei Sex Pistols, gruppo britannico da sempre grande icona della musica punk rock. Ripercorrendo i loro maggiori successi, i Pil saliranno sul palco anche per presentare il loro nuovissimo disco “What The World Needs Now”.

Gli appuntamenti con i grandi live in musica dei Magazzini Generali non finiscono qui e Il 14 Ottobre salirà sul palco Alvaro Soler che, con il tormentone estivo “El Mismo Sol”, già stato premiato con doppio platino, ha scalato ogni classifica. Si prosegue poi il 22 Ottobre con il live di Selah Sue, mentre il 1 Novembre è confermata l’unica data italiana di Kid INk, la rivelazione hip hop statunitense degli ultimi due anni che, con il singolo “Body Language” in feat con Usher ha già superato le 28 milioni di view su Vevo. Assolutamente da non perdere il 27 Novembre è l’incredibile concerto dei Fear Factory, una delle industrial metal band più significative degli ultimi 20 anni che per la speciale occasione celebrerà il ventennale di “Demanufacture”.

Ulteriori date saranno annunciate prossimamente.

Fonte: Ufficio stampa

 

Tangram Festival 2015: dal 25 al 30 agosto musica, intrattenimento e solidarietà per l’Etiopia

Tangram2015 locandina web

Si tiene dal 25 al 30 agosto a Fermo (Marche) la quinta edizione del Tangram Festival, un evento di musica e solidarietà organizzato dalla ONLUS giovanile ‘T.i.e.f. – Terra Impegno e Futuro’. L’obiettivo del Tangram Festival è quello di promuovere un’attenzione critica verso questioni di interesse globale e locale, attraverso incontri, mostre fotografiche, proiezioni, spettacoli e concerti. Tutto il ricavato del Tangram Festival va a sostenere i progetti di approvvigionamento idrico in Etiopia a cura del CVM – Comunità Volontari per il Mondo. Nelle precedenti edizioni il ricavato del Tangram Festival ha finanziato la difesa della sorgente di Wosci, nella regione di Kaffa (sud-ovest dell’Etiopia).
La direzione artistica del festival ha sempre cercato di offrire un’attenta programmazione musicale, proponendo artisti che sono o stanno diventando importanti: Lo Stato Sociale (2012) L’orso, Fast Animals and Slow Kids (2013) Versailles, Nicolò Carnesi, Gazebo Penguins (2014) solo per citarne alcuni.
Il tema scelto come filo conduttore per questa quinta edizione è la terra: la terra da coltivare e lavorare per poterne mangiare i frutti, quella da cui si è costretti a scappare perché non ci si può più vivere, quella da rispettare e curare per non inquinarla, quella da difendere quando qualcuno se ne vorrebbe impossessare.
Sono quattro gli spazi coinvolti quest’anno dal Tangram Festival. Il cortile di Palazzo Falconi (Corso Cefalonia) ospita l’esposizione “I must have been blind” del fotografo Simone D’Angelo e le presentazioni del libro “Genuino Clandestino” (mercoledì 26) e del fumetto “Come il colore della terra” di Nicola Gobbi (venerdì 28). Nel cinema Sala degli Artisti di Fermo la sera di martedì 25 si svolge l’incontro con Valerio Calzolaio, ex consulente del segretariato Onu per la lotta alla siccità e alla desertificazione (Unccd). Calzolaio, il cui intervento ha avuto un forte successo al festival Popsophia di Pesaro, riflette sulla necessità naturale che l’uomo ha di migrare, con un’attenzione particolare ai ‘rifugiati climatici’. Giovedì 27 presso l’Arena dei Clareni (Capodarco) Pierpaolo Capovilla, frontman de Il Teatro degli Orrori, legge ‘La religione del mio tempo’ di Pier Paolo Pasolini, accompagnato dalle musiche di Kole Laca (biglietti 8€). Come da tradizione la settimana di festival si conclude nella cornice del Teatro Romano di Fermo, presso il cortile Don Ricci: cena e musica live per un weekend di musica e solidarietà con artisti del territorio e di rilievo (inter)nazionale. Ospite speciale di questa edizione la musicista californiana Simonne Jones che si esibirà sul palco del Don Ricci domenica 30 agosto.

Di seguito il programma musicale del festival:

martedì 25 agosto – Chalet Girfalco: Tangram party @ Girfalcobeat – ingresso libero
Tief e Nufabric presentano Osc2x (Bologna)

sabato 29 agosto – cortile Don Ricci – ingresso libero
dalle 21.00 InSil3nzio (Fermo), Albedo (Milano), Nadàr Solo (Torino)

domenica 30 agosto – cortile Don Ricci – ingresso libero
dalle 21.00 La Stanza di Vetro (Fermo), Altre di B (Bologna), Capra (Correggio), Simonne Jones (L.A./Berlino)

Il Tangram Festival 2015 si inserisce nel progetto Jenga: Costruisci!, che vede il Tief come capofila e si avvale del cofinanziamento della Regione Marche – P.F. Cooperazione Territoriale europea, Marchigiani nel mondo, Politiche Giovanili e Sport. Altri partner dell’evento sono AMAT – Associazione Marchigiana Attività Teatrali, Coop Adriatica srl, CVM – Comunità Volontari per il Mondo, ArTime, Eccofatto, PrimaVera Morrovalle.

Per il programma completo visitare il sito terraimpegnoefuturo.blogspot.it

Per info, contatti e prevendite scrivere all’indirizzo tief@hotmail.it o chiamare il numero 3347879908

Fonte: Ufficio stampa

Next Posts
TicketOne