Carroponte 2017: l’estate di Sesto San Giovanni è per tutti i gusti

Carroponte

Carroponte

Carroponte giunge all’ottava edizione affermando sempre più la propria identità di polo aggregativo e culturale di grande importanza per la Città di Sesto San Giovanni e per tutta l’area metropolitana milanese. Frutto della felice collaborazione tra Arci Milano, il Consorzio Eventi e Trenta e l’Amministrazione Comunale sestese la rassegna garantirà un’estate di socialità e cultura accessibile, di cinema d’autore, presentazioni di libri, ottimo cibo e laboratori per i più piccoli. Dallo scorso 8 giugno al prossimo 10 settembre l’area del parco archeologico industriale Ex Breda di Sesto San Giovanni sarà fucina d’incontro con più di 100 giorni di musica con 3 palchi per oltre 150 eventi, tra concerti e attività collaterali, 3 ristoranti, 4 punti bar, chioschi e food truck. Per questa stagione, il calendario di Carroponte prevede una programmazione sempre più ricca. Diversi i nomi degli artisti pronti a esibirsi live: Niccolò Fabi, Ermal Meta, Francesco Gabbani, Marracash & Guè Pequeno, Musica Nuda e Avion Travel, Willie Peyote, Brunori Sas, Nobraino, Fabrizio Moro, Ex-Otago. A portare una ventata d’internazionalità al calendario ci penseranno i Dinosaur Jr, gli Interpol, i Megadeth, Robert Glasper, i Descendents, i Vintage Trouble insieme ai Lucky Chops, Damian Marley, Machine Gun Kelly, i Dropkick Murphys con i Flogging Molly, i Walk Off The Earth, Billy Bragg, Kenny Wayne Shepherd e tantissimi altri. Atmosfere pop, cantautorali, rap, punk-rock e reggae che riempiranno di ritmo e di emozioni le notti trascorse al festival. Nelle notti di Carroponte, spazio anche alle emozioni della poesia con il recital di Vincenzo Costantino Cinaski, Bukowski Vs Waits e con il reading di Guido Catalano tratto dal nuovo libro di poesie Ogni volta che mi baci muore un nazista.

 Accanto agli spettacoli musicali, non mancheranno anche altri grandi eventi e momenti d’intrattenimento. Ritorna per il terzo anno consecutivo la giornata dedicata a Emergency (9 luglio), mentre qualche mese più tardi toccherà alla grande festa di Radio Popolare (8 settembre) che l’anno scorso ha infiammato il finale della lunga stagione di Carroponte con un trionfo di pubblico, note e divertimento. Nel corso dell’estate, anche una serie di serate a tema: tante interessanti special night, come la frizzante due giorni della celebre pagina facebook Il Terrone Fuori Sede (con in programma tra gli altri Après La Classe e Canto Antico), che esplorerà tra musica e ironia un divertente “conflitto antropologico” da sempre combattuto a colpi di burrata e cassoeula, salsedine e nebbia. Nell’estate di Carroponte non mancheranno il ritmo della Jammin’ Party – Circus of Reggae, una festa in levare con le migliori band della scena, le atmosfere gotico-fiabesche del Tim Burton Tribute Show, i balli irresistibili dello Swing Party con la Jazz Lag Orchestra e le tentazioni tzigano-circensi del Circo Meraviglia – Gipsy Balkan Party, che ritornerà dopo il successo dello scorso anno.

Cambiamento climatico, carbon footprint, risparmio idrico e raccolta differenziata: anche per la stagione 2017,Carroponte oltre a musica e divertimento sarà anche attenzione all’ambiente. Per la sua ottava edizione, il festival lancia, infatti, “Carroponte Green. Insieme verso la sostenibilità”, un progetto, realizzato insieme adAssociazione AREA Ridef, Gruppo CAP e Pepita Onlus, volto a intraprendere un percorso di responsabilità sociale a partire dall’analisi e monitoraggio dell’impatto ambientale delle attività di Carroponte. Alla base del progetto, l’attuazione di una vera e propria Green Roadmap, la tabella di marcia sostenibile di Carroponte. Due dei temi principali promossi nel corso dell’intera stagione saranno l’uso consapevole e razionale dell’acqua unitamente all’importanza di diminuire il consumo di plastica.

Carroponte si conferma anche come casa della creatività. A garantire la consueta affluenza di idee, gli stand degli espositori dell’Area Market Meet2Biz – Associazione Culturale Blastula: un variopinto e multietnico pot-pourri di creazioni firmate da maker, artigiani, designer e stilisti emergenti, etichette discografiche, editori indipendenti, fumettisti, serigrafi, grafici e creativi. Lo sfondo perfetto per divertenti esplorazioni mentre ci si rilassa o si attende l’inizio di un imperdibile concerto.

Programma in continuo aggiornamento su www.carroponte.org

Concerti della settimana

Martedì 27 giugno

Fabrizio Pollio

Opening: Berg

Inizio concerto: 21.30

Ingresso gratuito

Mercoledì 28 giugno

Willie Peyote

Inizio concerto 21.30

Ingresso gratuito

Giovedì 29 giugno

Francesco Gabbani

Inizio concerto: 21.30

Biglietti in prevendita: 22 € + ddp

Biglietti in cassa: 25 €

Venerdì 30 giugno

Brunori Sas

Inizio concerto: 21.30

Biglietti in prevendita: 20 € + ddp

Biglietti in cassa: 20 euro

SERATE SPECIALI

Sabato 1 e domenica 2 luglio

Il Terrone Fuori Sede – La Festa

Due giorni di musica e cibo “daggiù” al Carroponte di Sesto San Giovanni. Per l’estate Il terrone fuori sede si fa in due e arriva al Carroponte con food truck, ospiti musicali, concerti, workshop, silent disco e intrattenimento per grandi e piccoli. La celebre pagina Facebook è decisa a portare lo spirito, l’atmosfera, la musica ed il cibo del nostro Sud Italia nel parco industriale Ex Breda. Sabato 1 luglio, sul palco, gli Après La Classedomenica 2 lugliosarà invece la volta di Canto Antico.

Programma sabato 1 luglio:

· 11.00: Apertura con stand e cucine attive
· 13.00: Pranzo – Pino4ever: Omaggio a Pino Daniele 
· 17.30:Workshop Tematici a cura di Canto Antico
· 21.30: Après La Classe in concerto
· 23.00: Il Terrone Fuori Sede va in Silent Disco

Programma domenica 2 luglio:

· 11.00: Apertura con stand e cucine attive
· 13.00: Pranzo Terronico
· 17.30 – 19.00: Workshop Tematici a cura di Canto Antico

· 21.30: Canto Antico in concerto: Danze e Musiche dal Sud

 

Marco Mengoni torna con Onde (Ep remix)

Marco Mengoni

Marco Mengoni

Venerdì 2 giugno ci sarà il ritorno di Marco Mengoni con la release di ONDE (Sondr Remix), primo brano del cantautore disponibile in contemporanea sulle piattaforme digitali di tutta Europa e in rotazione radiofonica. ONDE è tratto da Marco Mengoni Live, l’ultimo lavoro certificato platino, e porta le firme di Marco e Niccolò Contessa, alla prima collaborazione con Mengoni.

Questa versione vede protagonisti i londinesi Sondr, due produttori che hanno già lavorato, tra gli altri, con Lana Del Rey e Meghan Trainor, uno degli 8 migliori remix di Castle on the hill di Ed Sheeran.

Venerdì 9 giugno è invece la data della release europea del primo lyric video di Marco Mengoni, che compare nella clip attraverso diverse prospettive e su sfondi in continuo cambiamento. Un interno giorno mentre balla, uno scenario metropolitano e poi durante una corsa in spiaggia, in una sequenza di immagini in continua corrispondenza con il ritmo del brano.

In uscita nella versione integrale il 16 giugno in tutta Europa su tutti gli store digitali, da questo venerdì sarà possibile accedere al pre-order digitale di ONDE EP, che oltre a questa prima versione e a quella originale conterrà tre remix aggiuntivi: Filatov&Karas Remix, i due dj che hanno determinato il successo di Don’t be so shy di Imany, Tim Bell Remix, importante produttore house e progressive californiano e Ndpc Remix, giovani promesse italiane della dance che hanno già collaborato con nomi importanti a livello internazionale.

Ma l’estate europea 2017 di Mengoni è anche live! Dopo l’incredibile successo di #MENGONILIVE2016 tra Europa e Italia, Marco torna sul palco di tre festival internazionaliLive at Sunset (21 luglio), Heitere Open Air (13 agosto) e Zeltfestival Ruhr (29 agosto).

ONDE EP

La tracklist:

1)  Onde (Sondr Remix)

2)  Onde (Filatov&Karas Remix)

3)  Onde (Tim Bell Remix)

4)  Onde (Ndpc Remix)

5)  Onde (original version)

Il MI AMI Festival fa tendenza tra il glam dei Baustelle e l’hype di Liberato

Un MI AMI FESTIVAL in linea con le tendenze è quello del 2017. Alla luce del grande affollamento registrato lo scorso 26 maggio possiamo tranquillamente affermarlo. A confermarlo le gesta dei protagonisti del palco Dr Martens. La serata è iniziata con il set di Giorgio Poi: una formazione a tre per un pop elettronico di stampo cantautorale. Interessanti le intuizioni e i richiami tra generi, glamour l’effetto vintage della voce, aderenti alla mentalità dei giovanissimi i testi. La proverbiale timidezza di Giorgio non limita l’energia di una performance in crescendo. Da tenere sotto’occhio, soprattutto dopo il successo dell’album “Fa niente”.

Baustelle live @ Circolo Magnolia - MI Ami Festival 2017

Baustelle live @ Circolo Magnolia – MI Ami Festival 2017

Alle 23.15 il main stage s’illumina della brillantezza Made in 70’s dei Baustelle. Snob, antipatici e pessimisti cosmici, secondo Bianconi. Eleganti, ispirati e dannatamente affascinanti, diciamo noi. Sì, affascinanti ma perché? Forse per un evidente contrasto che amalgama le parti: da un lato un emaciatissimo Francesco Bianconi che, nell’esprimere il suo costante disagio, mette in evidenza un animo particolarmente sensibile e insofferente, dall’altro una definitiva fioritura di Rachele Bastreghi: sempre più completa ed empatica con il pubblico. A definire i contorni di questo peculiare insieme, è una formula pop che scava a piene mani dal passato rendendolo assolutamente glamour e attuale. Un’apertura alla musica “leggera” che, in realtà, è solo apparente. Attraverso una scaletta secca e concisa, i Baustelle aprono il tour estivo mettendo in primo piano i brani tratti dall’ultimo album “L’amore e la violenza” senza tuttavia mettere da parte tutti i caposaldi della loro discografia. Non è più il momento di commuoversi nel pieno di qualche crisi di autocommiserazione, adesso è il momento di reagire, di puntare alla discontinuità previa velleità dell’istinto. Il metodo ci viene mostrato dai Baustelle che, attraverso una anticonvenzionale fusione tra sacro e profano, conservano credibilità e autorevolezza.

Video: “Tu t’è scurdat’ ‘e me’

Alle ore 1.22 della notte, il palco Dr Martens raggiunge il picco assoluto di presenze: il motivo è l’annunciato esordio live di Liberato: ormai un vero e proprio caso all’interno dello scenario musicale italiano. Dopo il grande successo di “Nove maggio” e di “Tu t’è scurdat’ ‘e me’”, l’ignoto rapper napoletano di stampo neomelodico, era tra i più attesi ospiti della giornata. Curioso constatare l’hype generato da un linguaggio, una scrittura, una mentalità che solo fino a pochi anni fa, prima del clamore generato dalla serie tv “Gomorra”, fosse relegata ai peggiori quartieri di periferia di Napoli. Di fatto, però, anche i più insospettabili fruitori di musicale del nord Italia si sono appassionati alle tematiche e al dialetto di questo artista di cui si sa sempre meno. Di fatto, a differenza di quanto ci si aspettasse, dopo l’evento al MI AMI Festival è tutto ancora più incerto. Sul palco ieri sera si sono presentati Calcutta, Izi, Priestess e Shablo. Il più credibile dei quattro si è rivelato Calcutta, quindi in molti hanno annunciato la “più grande trollata dell’anno”. La verità, però, è ben altra, i quattro artisti di chiara provenienza non campana, si sono semplicemente prestati all’interpretazione dei testi di Liberato, la cui identità non è ancora stata resa nota. Un’operazione di marketing veramente notevole, con dei numeri già importanti per un progetto appena nato che rilancia un modo di concepire la musica in maniera viscerale. Rimane ora da capire chi o cosa sia Liberato, se gli artisti che hanno partecipato al MI Ami facciano realmente parte del progetto e in che modo. Il mistero continua, intanto il boom mediatico è stato raggiunto.

Raffaella Sbrescia

MI AMI Festival: dal 25 al 27 maggio la nuova edizione. Le news

MI Ami Festival

MI Ami Festival

Parte giovedì 25 maggio la tredicesima edizione del MI AMI Festival,  appuntamento per la nuova musica italiana organizzato da Rockit e Better Days, al Circolo Magnolia fino a sabato 27 maggio. Un’edizione che celebra il ventesimo compleanno di Rockit e che proprio in occasione della serata di apertura festeggia un altro importante anniversario: si tratta del ventennale di Confusa e felice, uno degli album più importanti di Carmen Consoli. La Cantantessa, per l’occasione, ha messo a punto un concerto creato ad hoc per il MI AMI. Un concerto inedito tra il tour teatrale “Eco di sirene” e l’inaugurazione della stagione al Teatro Greco Romano di Catania.

Oltre a Carmen Consoli, cui è dedicato l’hashtag di questa edizione #confusiefelici, per la giornata di giovedì 25 maggio si alterneranno, tra gli altri, i live di: Zen Circus, che anticipano il loro tour estivo sulle note del loro ultimo disco La Terza Guerra Mondiale; Niccolò Carnesi, uno dei nomi più brillanti della nuova generazione di cantautori italiani; Lucio Corsi, giovane cantautore che dopo aver aperto il tour invernale dei Baustelle porta al MI AMI il suo Bestiario Musicale; Di Martino e Fabrizio Cammarata che proporranno al festival il loro omaggio a Chavela Vargas; Il Pan del Diavolo, che con il loro live faranno ancora una volta saltare il pubblico.

Nelle giornate di venerdì 26 e sabato 27 saranno al festival: Baustelle, Le Luci della Centrale Elettrica, Giorgio Poi, Canova, Colombre, Italiano di Cumbia All Stars, progetto capitanato da Davide Toffolo, Pop X, Les Enfants, Davide Shorty, il rap di Mecna, Coez ma anche di Maruego, Laioung (accompagnato da The RRR Mob) e Carl Brave x Franco126 e molti altri, per una tre giorni di concerti imperdibili.

 BIGLIETTI E ABBONAMENTI

L’ingresso al MI AMI costa 23 euro (+d.p.) a giornata in prevendita. I biglietti in cassa costeranno 23  euro a giornata.

L’abbonamento ai tre giorni costa 52 euro (+d.p.) in prevendita e 60 euro alle casse del festival

Bambini fino a 12 anni (inclusi): ingresso gratuito  LA TESSERA ARCI NON SERVE.

Prevendite disponibili su: Mailticket, Xceed, Ticketone

 

 

Nuove date per lo “Sfera Ebbasta Tour”

Sferaebbasta

Sfera Ebbasta

Si aggiungono ancora nuove date per lo “Sfera Ebbasta Tour” del rapper Sfera Ebbasta, tour che lo vedrà protagonista nei principali e più esclusivi club della penisola italiana sino alla prossima primavera, accompagnato dal noto produttore Charlie Charles.

Si aggiungono altre 7 tappe al calendario: 29/12 GENOVA, 31/12 CAORLE (VE), 31/12 BASSANO DEL GRAPPA (VI), 5/01 FORCOLA (SO), 03/02 ALBA (CN), 18/02 PERUGIA e 26/02 TRENTO

Considerato come uno dei migliori rapper della nuova generazione contemporanea italiana e internazionale, Sfera Ebbasta, già soprannominato King della Trap music italiana, durante il suo “Sfera Ebbasta tour” proporrà dal vivo tutti i brani tratti dal suo ultimo omonimo album, uscito lo scorso 9 Settembre su etichetta Universal/Def Jam e che ha già scalato ogni classifica.

Da “Notti” a “Visiera a Becco” sino a “Equilibrio”, “Balengiaca”, “Figli di Papà e BRNBQ, quest’ultimi due brani già certificati disco d’oro dalla FIMI, l’album include inoltre “Cartine Cartier”, singolo che ha anticipato l’uscita del nuovo album e unica traccia all’interno dell’intero lavoro che presenta un featuring, quello con il noto rapper francese SCH.

“Sono felice di affrontare questa nuova dimensione live che mi porterà in giro per L’Italia sino alla prossima primavera. Sarà un lungo tour – dichiara Sfera Ebbasta – ora più che mai sono pronto per questa grande avventura dal vivo. Con il supporto dell’organizzazione diretta da Thaurus Live abbiamo in riservo tante sorprese e special guest che nelle varie tappe si alterneranno sul palco, insieme a me, dando vita ad un vero e proprio show.

L’intero tour è ideato e organizzato da Thaurus Live,  agenzia di booking e management di riferimento nel panorama rap italiano.

Per info e biglietteria:

www.thaurus.it

Radio 105 è radio partner del tour.

www.105.net

CALENDARIO

DICEMBRE

27/12 – BERGAMO - DRUSO

29/12 – GENOVA - CRAZY BULL (NUOVA)

31/12 – CAORLE (VE) - BIG BANG IN PIAZZA (NUOVA)

31/12 – BASSANO DEL GRAPPA (VI) – LIV CLUB (NUOVA)

GENNAIO

5/01 – FORCOLA (SO) – MEGASHOW (NUOVA)
07/01 – FIRENZE - VIPER THEATRE
14/01 – LUGANO - STUDIO FOCE
21/01 – SENIGALLIA (AN) - MAMAMIA – special guest TEDUA

28/01 – PORDENONE -TIO DISCO

 

FEBBRAIO

03/02 – ALBA (CN) - XL CLUB (NUOVA)

04/02 – BOLOGNA - KINDERGARTEN

18/02 – PERUGIA - URBAN (NUOVA)

25/02 – RAVENNA - ONYX CLUB

26/02 – TRENTO - ARTE’ (NUOVA)

28/02 – PORTO POTENZA PICENA (MC) - SKY CLUB
MARZO
3/03 – MILANO - MAGAZZINI GENERALI

Nuove date per lo “Sfera Ebbasta tour”

Sfera Ebbasta

Sfera Ebbasta

Dopo aver registrato sold out nei club di mezza Italia si aggiungono ancora nuove date per lo Sfera Ebbasta Tour” del rapper Sfera Ebbasta, tour che lo vedrà protagonista nei principali e più esclusivi club della penisola italiana sino alla prossima primavera, accompagnato dal noto produttore Charlie Charles.

Si aggiungono altre 7 tappe al calendario: 29/12 GENOVA, 31/12 CAORLE (VE), 31/12 BASSANO DEL GRAPPA (VI), 5/01 FORCOLA (SO), 03/02 ALBA (CN), 18/02 PERUGIA e 26/02 TRENTO

Considerato come uno dei migliori rapper della nuova generazione contemporanea italiana e internazionale, Sfera Ebbasta, già soprannominato King della Trap music italiana, durante il suo “SferaEbbasta tour” proporrà dal vivo tutti i brani tratti dal suo ultimo omonimo album, uscito lo scorso 9 Settembre su etichetta Universal/Def Jam e che ha già scalato ogni classifica.

Video: Visiera a Becco

Da “Notti” a “Visiera a Becco” sino a “Equilibrio”, “Balengiaca”, “Figli di Papà e BRNBQ, quest’ultimi due brani già certificati disco d’oro dalla FIMI, l’album include inoltre “Cartine Cartier”, singolo che ha anticipato l’uscita del nuovo album e unica traccia all’interno dell’intero lavoro che presenta un featuring, quello con il noto rapper francese SCH.

“Sono felice di affrontare questa nuova dimensione live che mi porterà in giro per L’Italia sino alla prossima primavera. Sarà un lungo tour – dichiara Sfera Ebbasta – ora più che mai sono pronto per questa grande avventura dal vivo. Con il supporto dell’organizzazione diretta da Thaurus Live abbiamo in riservo tante sorprese e special guest che nelle varie tappe si alterneranno sul palco, insieme a me, dando vita ad un vero e proprio show.”

L’intero tour è ideato e organizzato da Thaurus Live, nota agenzia di booking e management di riferimento nel panorama rap italiano.

Per info e biglietteria:

www.thaurus.it

CALENDARIO

DICEMBRE
3/12 – BARI - DEMODÈ

6/12 - LECCO - DANCING LAVELLO
7/12 – PARMA - CAMPUS INDUSTRY MUSIC – special guest TEDUA
9/12 – TORINO - CHALET
10/12 - NAPOLI - CASA DELLA MUSICA
17/12 – CAGLIARI - COCÒ
21/12 - CATANIA - INDUSTRIE
23/12 - LECCE - OFFICINE CANTELMO

26/12 - VICENZA - GILDA
27/12 – BERGAMO - DRUSO

29/12 – GENOVA - CRAZY BULL (NUOVA)

31/12 – CAORLE (VE) - BIG BANG IN PIAZZA (NUOVA)

31/12 – BASSANO DEL GRAPPA (VI) – LIV CLUB (NUOVA)

GENNAIO

5/01 – FORCOLA (SO) – MEGASHOW (NUOVA)
07/01 – FIRENZE
 - VIPER THEATRE

Sopra i Magazzini: il nuovo appuntamento musicale dei Magazzini Generali di Milano

 flyer-v1_low-res

Da Mercoledì 2 Novembre partirà “SOPRA I MAGAZZINI”, il nuovissimo aperitivo in musica del mercoledì sera che dalle 19:00 alle 22.00, vedrà alternarsi sul palco dei Magazzini Generali di Milano ogni settimana coppie di musicisti che non si conoscono tra di loro e che daranno insieme vita a momenti di sessioni di improvvisazione e creazione musicale allo stato pure. L’ambiente Sopra i Magazzini sarà un luogo raccolto, in cui perdersi a tempo di musica, tra l’elettronico e lo psichedelico, il digitale e l’onirico, la ricerca e il clubbing. Si potrà ballare, ma anche osservare e farsi affascinare, stare seduti e assaporare la musica di questo programma unico nel panorama milanese. Sarà un modo per riscoprire i Magazzini Generali in una veste inedita, lontani dalla grande sala sottostante che rimarrà chiusa per quelle ore.

Mumi

Mumi

Mercoledì 2  Novembre si parte con 2 musicisti d’eccezione, MUMI, una delle poche suonatrici di hangdrum o handpan, particolari strumenti a forma di grandi padelle di metallo prodotti in svizzera capaci di produrre suoni alieni e dalle melodie sognanti, e Allie, definito come uno dei rapper più silenziosi del mondo caratterizzato da una forte vene cantautoriale in grado di creare storie che vivono del loro stesso suono, con un tappeto sonoro in cui la narrazione colpisce per la sua eleganza ed intensità: un’elettronica ridotta ai minimi termini, che può ricordare una versione lo-fi di James Blake.

INGRESSO GRATUITO

Per maggiori informazioni visitate il sito:

www.magazzinigenerali.it

info@magazzinigenerali.it

CALENDARIO NOVEMBRE

02/11 Allie (D) + Mumi (I)

09/11 Matteo Bennici (I) + Jacky 0 (I)

16/11 Eartheater (USA) + STRA (I)

23/11 Bruno Belissimo (I) + 3unned (I)

 

30/11 Grimm Grimm (G) + Flavio Scutti (I)

 

Tutto pronto per la nuova stagione dei Magazzini Generali. La riapertura con uno speciale Opening Party Night

Magazzini Generali - foto 1

Da mercoledì 14 Settembre ritorna ufficialmente la nuova stagione dei Magazzini Generali di Via Pietrasanta 16, con un inedito e straordinario Opening Party Night. Per la speciale serata inaugurale protagonista sarà solo la migliore musica di qualità del momento in un mix sorprendente di live e dj set esclusivi che accenderanno l’anima di tutti gli amanti della buona musica fino a tarda notte.

A partire dalle ore 21:30, l’apertura della serata è affidata alla calda voce soul di Giulia Spallino, cantautrice poliedrica e trasversale, caratterizzata da molteplici sfumature e contaminazioni, in grado di produrre testi intimi ma al tempo stesso universali. La giovane artista, insieme ai MamaKass, si esibirà in un’emozionante performance live per presentare il suo ultimo Ep, tra Elettronica, Trip Hop e Bass Music.

La serata proseguirà poi con l’inconfondibile energia live dei Giorgieness, tra i più promettenti gruppi rock alternative, rigorosamente made in Italy, capitanati dalla cantautrice valtellinese Giorgie D’Eraclea. La band, negli ultimi anni, ha condiviso il palco con alcuni dei nomi più importanti del panorama alternativo italiano come Cristina Donà, Edda, Tre Allegri Ragazzi Morti, Morgan, Il Pan Del Savages e The Kooks, presenterà dal vivo i brani tratti dal loro ultimo disco, “La Giusta Distanza”, uscito la scorsa primavera e che ha già raggiunto notevoli traguardi.

A scaldare il grande pubblico, a seguire, sarà invece lo straordinario dj set di Max Brigante, celebre conduttore radiofonico e televisivo, che con la sua hit “Rumba”, già tormentone dell’estate 2016, ha fatto ballare milioni di persone.

Lo special opening Party firmato Magazzini Generali si chiuderà con l’eccezionale dj set di Jillionaire,produttore discografico trinidadiano contraddistinto da un sound unico e inimitabile, membro del progetto Major Lazer, insieme ai colleghi Diplo e Walshy Fire. Da “Lean On” a “Light it up” sino alla recentissima “Cold Water” in feat con Justin Bieber, che ha già superato 164 milioni di visualizzazioni su YouTube, il progetto Major Lazer negli ultimi anni ha creato le hit più ballate e trasmesse dalle radio di tutto il mondo.

I MAGAZZINI GENERALI, da sempre generatore di mode e tendenze, dopo la serata d’apertura, partiranno con la nuova stagione 2016/2017. Quest’anno il noto locale milanese si proporrà di offrire ancora una volta le migliori novità del panorama musicale internazionale e italiano odierno, attraverso un ricco calendario di appuntamenti dedicati alla grande musica di qualità.

Moltissimi infatti i live esclusivi già in calendario, proseguirà il sabato gay friendly dei magazzini con lo staff MaGayzzini, ma non solo One Night a tema e nuovi format tutti da sperimentare con tanti ospiti a sorpresa.

Ulteriori date di live ed eventi imperdibili saranno presto annunciate.

Da questa stagione chi accederà al sito dei Magazzini Generali registrandosi avrà la possibilità di partecipare ad eventi esclusivi saltando la coda e a prezzo ridotto.

14 SETTEMBRE NGRESSO GRATUITO PREVIA REGISTRAZIONE OBBLIGATORIA

Apertura porte ore 22:00 

CALENDARIO

 

SETTEMBRE

14 Settembre – New Season Opening Party – Giulia Spallino, Giorgieness, Max Brigante, Jillionaire

16 Settembre – Swing Circus

23 Settembre – Coez + djset

OTTOBRE

10 Ottobre – Don Broco

12 Ottobre Hot Shot ’90 – STANIZ

14 Ottobre – Bob Mould

14 Ottobre – CLAPTONE

21 Ottobre – Back in time

22 Ottobre – Janoskians

24 Ottobre – Dark Funeral

25 Ottobre – Sergio Sylvestre

 

NOVEMBRE

5 Novrembre – Pierce the Veil

26 Novembre – Milan Extraordinaire – (Burlesque School)

29 Novembre – The Answer + Dead Daisies

 

 

Home Festival: musica, arte, cultura e sport a Treviso 1-2-3-4 settembre

Home Festival

Home Festival

Una casa dove si passa una vacanza, dove di pomeriggio si gira per le bancarelle o si osservano installazioni artistiche, si partecipa a reading, dibattiti e all’orario dell’aperitivo si va alle giostre o si gioca una partita di calcio. Verso sera si mangia, si beve e si balla. Un festival è una casa dove si dorme in tenda e dove ci si arricchisce culturalmente e artisticamente, un’esperienza totale che ti permette di conoscere anche la città che lo ospita e fare nuove amicizie. Questi sono i presupposti su cui nasce Home Festival, l’unico appuntamento in Italia capace di confrontarsi con i festival europei come lo Sziget o il Tomorrowland, un evento che si sviluppa a pochi chilometri da Venezia e che genera un indotto economico notevole portando in Veneto giovani da tutta Europa. Per raccontare questa esperienza totale serve dividerla in alcuni segmenti: ma dovete immaginarli tutti uniti, un’alchimia unica e magica, dove il sudore e la gioia di chi ama la musica si fondono con uno staff di oltre cinquecento volontari, uniti dal lavoro di una società che ogni giorno dell’anno pensa solo al primo week end di settembre e a Home Festival.

LA STORIA E I NUMERI
Home Festival è un evento che prima di tutto ama i grandi live (sul main stage, tra gli altri, hanno suonato Franz Ferdinand, Paul Kalkbrenner, Francesco De Gregori, Interpol, Subsonica, Elio e Le Storie Tese, Fedez, Piero Pelù, J-Ax, Simple Plan e The Bloody Beetroots) e che si sviluppa su un’area di 95.000 metri quadri. Questi i numeri degli spettatori nelle passate edizioni: 27.000 nel 2010, 55.000 nel 2011, 85.000 nel 2012, 107.000 nel 2013 (ultimo anno nel quale il festival è stato gratuito), 70.000 nel 2014 (ingresso 5 euro), 80.000 nel 2015 (ingresso 15 euro, provenienti da sei nazioni diverse).
Parliamo di un festival con otto palchi, 160 show tra live, dj set e presentazioni di libri e dibattiti culturali, ben 500 volontari coinvolti e oltre 90 aziende che lavorano dalla logistica al food. L’intrattenimento si è tradotto dal 2010 ad oggi in circa mille show (ai quali si arriva anche dopo decine di eventi della “Road to Home Festival” durante l’anno) per una media di oltre 50 ore nei giorni del Festival e un totale di oltre 280 band presentate complessivamente nelle ultime cinque edizioni. Enorme il popolo dei mass media che racconta l’evento: lo scorso anno furono accreditati circa 150 tra giornalisti e fotografi, provenienti anche dall’estero.
Ma l’edizione di quest’anno non ha precedenti. Dura cinque giornidal 31 agosto (data ad ingresso gratuito grazie alla partnership con Aperol Spritz)fino al 4 settembre e porta in scena artisti di fama mondiale tra cui Editors, 2Cellos, The Prodigy, Martin Garrix e Eagles of Death Metal. Le attesissime stars nostrane: Vinicio Capossela, Max Gazzè, Salmo, Fabri Fibra, Il Teatro degli Orrori e molti altri.

GLI HEADLINER
Citiamo solo alcune delle band. Sul palco gli headliner della new wave albionica che hanno conquistato la fama mondiale con il loro sound carismatico: gliEditors. Attualmente sono impegnati a promuovere il tour estivo del loro quinto album, “In Dream”, registrato a Crear, nelle Western Highlands, e mixato da Alan Moulder a Londra. Pura adrenalina poi per il ritorno dei pionieri dell’elettronica The Prodigy. Il trio britannico che ha rivoluzionato la musica con una combo tra elettronica, rock e dance, torna in Italia dopo un tour che toccherà molti festival mondiali. Forte attesa anche per la star mondiale Martin Garrix, il dj olandese che ha già suonato nei principali festival mondiali, tra cui Ultra Music Festival, Tomorrowland, Amsterdam Music Festival, Electric Daisy Carnival. Si aggiunge Ilario Alicante, giovane dj techno partito da Pisa le cui produzioni sono famose a livello internazionale. Seguono i While She Sleeps, la band britannica dal sound metalcore che presenta l’ultimo album “Brainwashed”. Sferzate hardcore e elettrorap invece dal musicista sardoSalmo, a cui segue la provocazione in rima firmata Fabri Fibra, che nel decennale del suo “Tradimento”, l’album di esordio in major. Restando sul fronte italiano fa capolino anche il celebre cantautore italiano Max Gazzè, che prosegue la tournée con il suo nuovo progetto discografico “Maximilian”. Segue un altro maestro della musica made in Italy, è Vinicio Capossela che torna con il suo ultimo disco “Canzoni della Cupa”. Calcano il palco pure le rockstar del violoncello, i 2Cellos, l’autentica rivelazione del panorama musicale mondiale degli ultimi anni. Famosi per l’abilità di interpretare brani di musica contemporanea in chiave moderna utilizzando solamente i loro due strumenti.

I PARTY
Home Festival è un autentico catalizzatore delle tendenze globali, dai party più in voga al sound più ricercato del momento, fino alle tematiche sociali contemporanee più sentite, ed ecco perché venire all’HF non è solo divertimento sano e buona musica, ma significa vivere un’esperienza totale, dal respiro internazionale, capace di coinvolgere adulti e bambini.
Ecco i party presenti: sabato 3 arriva il Colors Splash Party, ovvero ondate di colore che travolgono il pubblico che balla in un mix di effettistica colorata tra Co2, fuochi e coriandoli. Uno spettacolo dagli effetti pirotecnici unici. Domenica 4 c’è Holi – Il festival dei colori, il fenomeno multicolor ispirato alla celebre festa indiana che nella versione italiana si traduce in un mix di dj set dall’elettronica al rap del collettivo Catch a Fire Sound, in cui ci si lanciano sacchettini di polvere colorata a ritmo di countdown. Inoltre, giovedì 1 settembre un esordio storico per HF, per la prima volta arriva infatti il Tunga XXL, la festa che abbatte ogni discriminazione in nome dell’amore e del divertimento più puro.

IL CAMPING 
Finalmente la “casa” della musica ha il suo “giardino”. Il camping si chiama “Garden”, si trova dietro il main stage e propone i più alti standard di comfort possibili: tenda e materassino forniti dallo staff, deposito bagagli, servizi bagno e docce, bar ristorante interno con specialità venete e con piatti vegetariani e vegani, fino al trasferimento 24h/24h da e per il camping e Stazione FS di Treviso Centrale per un alloggio sicuro e di qualità.

LO SPORT
Per gli amanti dello sport ce n’è davvero per tutti i gusti: tornei di calcio, beach volley, basket, pallavolo, nonché tante altre dimostrazioni live di diverse discipline grazie alle 22 associazioni presenti, ognuna con la sua identità e particolarità. Dal fitness alla danza, dallo sport alla prevenzione e sensibilizzazione sociale, tante facce di un mondo variegato e pieno di energia che è l’associazionismo e la beneficenza.

LA FAMIGLIA
La famiglia è al centro delle cure e attenzioni degli organizzatori che dedicano a genitori e figli aree adeguate per divertirsi in tutta sicurezza e tranquillità. Quest’anno si rinnova la promozione pensata per la famiglia: solo uno dei due adulti che accompagna un bambino sotto i 12 anni paga il biglietto. Ma non solo. Ecco un’altra novità creativa pensata per i piccoli artisti in erba. HF lancia il contest “Disegna la tua Casa”. Tutte le foto pervenute alla speciale giuria (composta da soli bambini) decreterà il vincitore assoluto. Tra i premi in palio ci sono delle agevolazioni per tutta la famiglia e un’emozionante “backstage experience”.

IL QUARTIER GENERALE DEL FESTIVAL
Per questa settima edizione si è di fronte ad una svolta storica: per la prima volta il festival ha il suo quartier generale in pieno centro a Treviso. L’ex sede Israa, per l’occasione battezzata “Home Festival SUN68 HUB”, è stata riqualificata a spazio artistico-culturale, centro nevralgico e cuore pulsante di arte, musica e narrativa con tanto di punto informativo dedicato, acquisto ticket, press area, zona bar con dj set e bus navette per raggiungere il Festival. A ufficializzare l’ouverture una divinità della street art: Shepard Fairey, meglio noto come Obey. Sarà infatti allestita una suggestiva esposizione delle opere più significative e controverse che hanno conquistato critica e pubblico di tutto il mondo. Accanto a queste chicche, ci sarà l’interessante esposizione che ripercorre i 40 anni dei celebri Ramones per un viaggio temporale ed emotivo nel pieno della ribellione Punk, mentre sul fronte design si potranno ammirare le variopinte “Art Guitar”, le chitarre d’artista in collaborazione con Treviso Comick Book Festival (Tcbf). E ancora interessanti workshop come l’H-Campus e prestigiose academy, incontri con scrittori, letterati e illustratori grazie alla collaborazione rinnovata con La grande Invasione (Festival della lettura di Ivrea promosso da Sur edizioni e dalla Galleria del Libro), conFinzioni Magazine, la redazione del tg satirico Lercio e la “posterzine” indipendente Lahar Magazine. Infine omaggio per il compianto David Bowie,con incontri di esperti e appassionati per celebrare un’icona della musica, tra cui Luca Scarlini, saggista, drammaturgo e storyteller che presenterà Ziggy sturdust – La vera natura dei sogni. 

L’ARTE 
Arte e musica, un felice connubio che anche quest’anno prende forma con artisti di caratura internazionale nell’area battezzata “House of Art”, una grande casa dove trovano spazio tutte le Arti. Conferma la sua presenza per il quarto anno consecutivo all’Home Festival il maestro dell’arte povera Michelangelo Pistoletto con la sua Cittadellarte – Fondazione Pistoletto, il Terzo Paradiso. Un grandioso progetto che mette l’arte in relazione attiva con i diversi ambiti del tessuto sociale al fine di ispirare e produrre una trasformazione responsabile della società. Per questa edizione di HF sarà realizzata una performance ad hoc, di forte coinvolgimento. Direttamente dalla 15a Mostra Internazionale di Architettura – La Biennale di Venezia 2016 approda l’installazione site specific “Senza Terra / Without Land” a cura del critico veneziano Boris Brollo. Un’idea plastica della scultura sociale di Beuys che sposa l’epopea migratoria di questi anni in cui migliaia di persone si spostano da una nazione all’altra attraverso frontiere sempre più rigide. L’installazione è composta da una panchina per la sosta su cui sono incisi i nomi degli artisti (una settantina tra artisti, architetti e musicisti) e da un pallone aerostatico a forma di mappamondo.

I MEDIA PARTNER
A credere nel progetto Home Festival non c’è solo il popolo “Home” ma anche media partner di caratura nazionale e internazionale. Si confermano per il secondo anno consecutivo due importanti partnership con Repubblica.it e Webnotte, che seguono da vicino tutte le attività culturali, spettacoli, live e news del Festival. Quest’anno c’è anche la novità dell’accordo con Spotify, il servizio di musica in streaming che permette di accedere ad un catalogo di oltre 30 milioni di brani, sul quale sarà possibile seguire il profilo ufficiale di Home Festival e ascoltare tutte le playlist dedicate all’evento. C’è poi l’importante appoggio di Vevo, la piattaforma di video musicali leader a livello mondiale che supporta Home Festival lungo l’attesa di questi mesi e che seguirà il festival live tramite attività editoriali su Vevo.com, sull’App e sulle pagine social. Infine, sul fronte dei trasporti, si è trovato l’accordo anche con BlaBlaCar, il sito per la condivisione dell’auto che mette in contatto conducenti e passeggeri che desiderano effettuare lo stesso viaggio, questa volta in direzione dell’Home Festival.
I TICKET
Si ricorda che l’ingresso giornaliero dal 1 al 4 settembre costa 22 euro + diritti prevenditaAbbonamento a 70 euro + diritti prevendita per i quattro giorni. Biglietti a disposizione sui circuiti di Ticket One e Mail Ticket. L’ingresso il 31 agosto, data zero Aperol Spritz @ Home, è gratuito.


Aggiornamenti in tempo reale sul sito internet www.homefestival.eu

RAI2 presenta UNICI: Le quattro giornate di Vasco

Vasco

L’evento live dell’anno “Le quattro giornate di Vasco” racchiude i quattro concerti che l’artista ha eseguito allo stadio Olimpico di Roma, con ben 220 mila persone presenti. Vasco Rossi ripercorre 40 anni di carriera in un unico grande spettacolo da show man, in onda martedì 30 agosto alle 21.25 su Rai2.

Vasco, ai microfoni di Giorgio Verdelli, racconta il fortunato poker olimpico che ha radunato una comunità di fedelissimi, di “anime simili”, come lui stesso definisce i suoi fans. Un popolo che lo ha sempre seguito, condividendo emozioni, passioni e sentimenti: “Con loro ho un discorso diretto, racconto le cose che sento veramente, confesso delle debolezze, delle cose che ho e loro se le ritrovano dentro perché le hanno già – continua Vasco – io racconto quello che racconterebbero loro se avessero lo stesso strumento che ho io ,che è  quello di scrivere canzoni. Una persona sola o 50 mila. Canto sempre come se cantassi per un’anima sola, l’anima umana…quella che hanno tutti”.

Nella lunga intervista, l’artista ripercorre una carriera costellata da molti avvenimenti, da provocazioni e trasgressioni, ma anche dalla professionalità e dalla dedizione di chi la musica la fa per mestiere, come racconta lui stesso parlando della band che lo segue da tanti anni: “Ci consideravano dei balordi, ma qui c’è gente che ha speso una vita per suonare la chitarra in quel modo lì’”.

Una carriera, quella di Vasco, piena di cambiamenti, in cui passato e futuro si uniscono e si fondono insieme, dove ricordi e suggestioni si mescolano e si amalgamano nelle sue confessioni: “quella canzone l’avrei voluta scriver io” citando il celebre brano “Je So’ Pazzo” dell’amico Pino Daniele.

Vasco Rossi e Giorgio Verdelli

Vasco Rossi e Giorgio Verdelli

Un flusso di coscienza che passa anche attraverso il ricordo di un altro amico, Marco Pannella, a cui più volte, dal palco, dedica un pensiero. Non solo: immagini esclusive si arricchiscono di molte ed eccellenti testimonianze, da Milena Gabanelli che parla di Vasco come di un amico e lo va a sentire “per ascoltare qualcosa che ti assomiglia” a Vinicio Capossela che invidia la sintesi dei suoi testi, passando a Samuele Bersani, fan di Vasco da sempre, emozionato di incontrare il rocker esattamente 23 anni dopo, di fronte alle telecamere di “Unici”. E ancora Roberto Giacobbo, che nello stile di Voyager fa un divertente excursus sul pubblico di Vasco, e infine Paolo Fresu, che ne analizza le melodie e suona il tema di “Ogni Volta”.

Lo speciale conduce anche in un fuori programma, ovvero nel backstage, dove si svolgono tutti i preparativi del concerto davanti e dietro il palco, mostrando il lavoro dello staff e lo smontaggio alla fine dell’evento, e soprattutto il vero protagonista dei quattro concerti: il pubblico, formato da spettatori eccellenti come Gaetano Curreri, suo grande amico, autore, nonché leader degli Stadio, la cantante Emma, e l’attrice Ilenia Pastorelli.
In un crescendo di musica e momenti inediti “Unici” è il ritratto di Vasco Rossi e del suo popolo, dove rivivono le canzoni più celebri come Sally, Albachiara, Vita Spericolata, Come Vorrei, Quante Volte, Rewind da cantare, ancora, insieme.

“Il Blues della chitarra sola”, che “racconta la verità, parla di te e non mente mai”.

 

Next Posts
TicketOne