La fortuna che abbiamo tour: Milano riabbraccia Samuele Bersani

Samuele Bersani ph Franc

Samuele Bersani ph Franc

Il pubblico di Milano ha riabbracciato Samuele Bersani in occasione del concerto al Teatro degli Arcimboldi. La sensazione è stata proprio quella di un ritrovamento reciproco, un incontro tra anime simili tenute lontane da elementi avversi. In effetti, è andata proprio così ed è stato lo stesso Samuele Bersani a parlare di quello che è accaduto in questi ultimi mesi: dal problema alle corde vocali che l’ha costretto a rimandare il tour (la data milanese era programmata in ottobre), al ricredersi sulla risposta del pubblico fino alla felicità nello scoprire che quasi nessuno aveva chiesto il rimborso del biglietto. L’artista ha schiettamente ammesso di avere bisogno della compartecipazione degli spettatori e del fatto che per questa ragione ha scelto un paio di cuffie che gli consentono di sentire cosa succede aldilà del palcoscenico. Stando ben lontano da frizzi e lazzi, Samuele Bersani ha poi concentrato tutto il meglio del proprio repertorio in una scaletta concisa e variegata concedendosi anche il lusso di ripescare qualche rarità dal baule dei ricordi. Il suo canzoniere, si sa, si muove tra delicatezza e ermetismo, i testi non sono mai troppo criptici ma consentono molteplici interpretazioni ed è sempre suggestivo riascoltarli. Lo è ancora di più se gli arrangiamenti proposti sono vellutati e sapientemente modellati da una band di sette musicisti esperti come Tony Pujia, Davide Beatino, Silvio Masanotti, Marco Rovinelli, Alessandro Gwis, il sassofonista/flautista Claudio Pizzale e Michele Ranieri.

Samuele Bersani live @ Teatro Arcimboldi - Milano ph Francesco Prandoni

Samuele Bersani live @ Teatro Arcimboldi – Milano ph Francesco Prandoni

Senza fronzoli, senza scenografie o facilonerie ruffiane, Samuele Bersani è riuscito a creare una tale empatia col pubblico da essersi conquistato una standing ovation con tanto di applausi a scena aperta sulle note di “Giudizi universali”. La sua verve da outsider, l’ironia sottile ma impattante e la sua intaccabile passione per il buon gusto sono il suo marchio di fabbrica da ormai 25 anni e, ad oggi, gli consentono di gestire il rapporto con il pubblico in modo assolutamente disteso e rilassato. “Voglio spremere il tubetto fino in fondo, la fortuna che abbiamo di dipingere con un colore più intenso meno opaco e finalmente indelebile”, così recitano le parole di una strofa de La fortuna che abbiamo”, la canzone che dà il titolo a questo tour e che, prontamente decontestualizzate, possono rendere l’idea di come certe parole scritte con l’anima possano tracciare un solco nel cuore di molti. Questo è il potere che hanno gli artigiani della musica, questo è il piccolo grande potere che ha Samuele Bersani.

 Raffaella Sbrescia

SET LIST:
Il mostro
Le mie parole
Lo scrutatore non votante
Occhiali rotti
Il pescatore di asterischi
En e Xanax
Spaccacuore
Psyco
Ferragosto
Cattiva
Come due somari
Replay
La fortuna che abbiamo
Una delirante poesia
Crazy boy / Che vita / Settimo cielo
Canzone
Giudizi universali
Chiedimi se sono felice
Freak
Coccodrilli
Senza titoli
Chicco e Spillo
Cosa vuoi da me

Plurale Unico, Samuele Bersani ripercorre la sua carriera in un concerto corale a Roma

Samuele Bersani - Plurale Unico - Auditorium Parco della Musica - Roma Ph Roberta Gioberti

Samuele Bersani – Plurale Unico – Auditorium Parco della Musica – Roma Ph Roberta Gioberti

 

Speciale, plurale, unico. Il concerto che Samuele Bersani ha tenuto lo scorso 30 maggio presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma, ad un anno esatto dalla chiusura del tour di supporto al suo ultimo album in studio “Nuvola numero nove” è stata un’indimenticabile esperienza corale. Quello di chi scrive canzoni, come forse quello di chi scrive libri, è un mestiere fatto anche di tanta solitudine, ogni canzone è una storia, semplice o complessa  che sia, di cui l’autore non può prevedere il percorso ma può condividerne le sorti; all’interno di questo magico sortilegio, Samuele Bersani, nel suo solitario ruolo di intagliatore di parole ci  si ritrova alla perfezione ma, almeno per una sera, il cantautore ha scelto di confrontarsi con il suo repertorio insieme a colleghi con cui sentiva di avere affinità. Non solo musicisti, ma anche attori e registi legati a lui da un rapporto di amicizia, con i quali l’artista ha dato vita ad uno spettacolo fatto di musica e parole, in cui le canzoni si sono alternate ai racconti, agli aneddoti e ad alcune riflessioni di carattere più ampio.

Samuele Bersani - Plurale Unico - Auditorium Parco della Musica - Roma Ph Roberta Gioberti

Samuele Bersani – Plurale Unico – Auditorium Parco della Musica – Roma Ph Roberta Gioberti

Un ripasso corale, annunciato in febbraio da Bersani stesso via Facebook, che ha visto alternarsi sul palco tanti artisti: da Malika Ayane a Caparezza, passando per Marco Mengoni, i Musica Nuda (duo composto dalla cantante Petra Magoni e dal contrabbassista Ferruccio Spinetti), Pacifico e Carmen Consoli.  All’interno della scaletta una sola eccezione:  il duetto a sorpresa con l’ospite non annunciato Luca Carboni sulle note di “Canzone”, il cui testo fu scritto da Bersani per Lucio Dalla. Dario Argento, Alessandro Haber, Piera Degli Esposti e Fabio De Luigi hanno, invece, recitato monologhi nelle introduzioni di alcuni pezzi della scaletta, quasi come delle voci fuori campo chiamate a commentare un racconto unico ed irripetibile. Con i ventidue brani inseriti in scaletta Bersani ha idealmente  ripercorso la sua carriera, cominciata nel 1992 con la pubblicazione del singolo “Il mostro”, una carriera costellata di piccoli e grandi successi, frutto di un’anima ironica e romantica, malinconica ed entusiasta, complessa eppure semplice nella sua complessità. La serata è stata anche oggetto di registrazioni audio e video per la realizzazione di un cofanetto contenente un CD e un DVD che verranno pubblicati nel corso del prossimo autunno.

SETLIST:
“Il mostro”
“Psyco”
“Spaccacuore” (con Malika Ayane)
“Lo scrutatore non votante”
“Il pescatore di asterischi” (con Marco Mengoni)
“Complimenti”
“En e Xanax”
“Ferragosto”
“Come due somari” (con i Musica Nuda)
“Cattiva”
“Occhiali rotti”
“Le storie che non conosci” (con Pacifico)
“Le mie parole” (con Pacifico)
“Sicuro precariato”
“Replay”
“Giudizi universali” (con Carmen Consoli)
“Settimo cielo”
“Freak”
“Chicco e spillo” (con Caparezza)

ENCORE:
“Lascia stare”
“Canzone” (con Luca Carboni)
“Coccodrilli”

Photogallery a cura di: Roberta Gioberti

Samuele Bersani - Plurale Unico - Auditorium Parco della Musica - Roma Ph Roberta Gioberti

Samuele Bersani – Plurale Unico – Auditorium Parco della Musica – Roma Ph Roberta Gioberti

 

Samuele Bersani - Plurale Unico - Auditorium Parco della Musica - Roma Ph Roberta Gioberti

Samuele Bersani – Plurale Unico – Auditorium Parco della Musica – Roma Ph Roberta Gioberti

Samuele Bersani - Plurale Unico - Auditorium Parco della Musica - Roma Ph Roberta Gioberti

Samuele Bersani – Plurale Unico – Auditorium Parco della Musica – Roma Ph Roberta Gioberti

Samuele Bersani - Plurale Unico - Auditorium Parco della Musica - Roma Ph Roberta Gioberti

Samuele Bersani – Plurale Unico – Auditorium Parco della Musica – Roma Ph Roberta Gioberti

Samuele Bersani - Plurale Unico - Auditorium Parco della Musica - Roma Ph Roberta Gioberti

Samuele Bersani – Plurale Unico – Auditorium Parco della Musica – Roma Ph Roberta Gioberti

Samuele Bersani - Plurale Unico - Auditorium Parco della Musica - Roma Ph Roberta Gioberti

Samuele Bersani – Plurale Unico – Auditorium Parco della Musica – Roma Ph Roberta Gioberti

Samuele Bersani - Plurale Unico - Auditorium Parco della Musica - Roma Ph Roberta Gioberti

Samuele Bersani – Plurale Unico – Auditorium Parco della Musica – Roma Ph Roberta Gioberti

Samuele Bersani: il Nuvola Numero Nove tour è un balsamo per il cuore

Samuele Bersani Ph Massimiliano Natale

Samuele Bersani Ph Massimiliano Natale

Continua la versione estiva del Nuvola Numero Nove tour di Samuele Bersani. Il cantautore si è esibito in concerto a Limbadi (VV) lo scorso 3 agosto proponendo al pubblico un momento musicale intenso e ricco di emozioni, coccolandone i sensi per circa due ore. Schietto, sincero, veracemente poetico, Samuele ha ideato un tour pensato per stare a stretto contatto con il pubblico coinvolgendolo a 360 gradi nel suo mondo in maniera bilaterale e partecipe. All’interno della scaletta proposta agli spettatori ci sono sia i suoi successi storici che le più recenti perle contenute nel suo ultimo album di inediti “Nuvola numero nove”. La ricercatezza dei testi, l’uso pungente delle parole, la qualità degli arrangiamenti sono gli elementi che s’interfacciano con il carisma e la vocalità di un cantautore abituato a smuovere il cuore dall’interno.

Leggi il live report del concerto di Napoli

Fotogallery a cura di: Massimiliano Natale

Samuele Bersani Ph Massimiliano Natale

Samuele Bersani Ph Massimiliano Natale

Samuele Bersani Ph Massimiliano Natale

Samuele Bersani Ph Massimiliano Natale

Samuele Bersani Ph Massimiliano Natale

Samuele Bersani Ph Massimiliano Natale

 

Samuele Bersani Ph Massimiliano Natale

Samuele Bersani Ph Massimiliano Natale

 

Samuele Bersani Ph Massimiliano Natale

Samuele Bersani Ph Massimiliano Natale

 

Samuele Bersani Ph Massimiliano Natale

Samuele Bersani Ph Massimiliano Natale

 

 

Samuele Bersani Ph Massimiliano Natale

Samuele Bersani Ph Massimiliano Natale