Intervista a Gianluca Giordano: “Il canto e la scrittura sono le mie più grandi passioni”

Gianluca Giordano

Gianluca Giordano

Gianluca Giordano, classe 1990, è un giovane cantautore campano da sempre interessato al mondo della musica e delle arti. Dopo la partecipazione a diversi concorsi letterari e svariati talent regionali come  “Ti va di cantare?” e “Musica è”, Gianluca ha deciso di mettersi in gioco proponendosi al pubblico con “Ferma il tempo”, una delicata ballad intrisa di sonorità black & soul. Dotato di una vocalità sottile e potente, Gianluca Giordano sta lavorando ad un primo progetto di canzoni inedite e abbiamo colto l’occasione per incontrare e conoscere da vicino questo giovane talento.

Sei vicino alla musica e al canto, ormai da svariato tempo…come nasce questa passione così forte e quali sono stati i passi che hai mosso per dare vita al tuo percorso artistico?

La passione per la musica è nata anche grazie all’ambiente in cui ho sempre vissuto. Mio nonno da giovane era un cantante lirico e mi ha trasmesso l’amore per la musica. Nonostante ciò, soltanto intorno ai 16-17 anni ho deciso di interfacciarmi seriamente con questo mondo  e ho cominciato a prendere lezioni di canto dando vita al mio percorso professionale. La mia insegnante di canto mi ha dato tanto fino ad oggi, mi ha fornito gli strumenti per adottare una tecnica, mi ha insegnato il rispetto per la musica, mi ha avvicinato all’arte a 360 gradi. Mi è sempre piaciuto sperimentare, aldilà delle velleità attoriali che avevo da piccolo, la passione che si accompagna alla musica e al canto è quella della scrittura. Da un po’ di tempo a questa parte scrivo testi e non solo, a tutto questo si accompagnano i miei studi in comunicazione.

Gianluca Giordano

Gianluca Giordano

“Ferma il tempo” è un tuo brano scritto nel 2012 che, recentemente, si è arricchito con il bel videoclip girato con Antonio d’Alessandro. Di cosa parla questo brano e a cosa si ispira?

Il bello di questo progetto, sia per quanto riguarda la canzone in sè, sia per il discorso relativo al video è che è stato interamente realizzato da giovani. Non abbiamo avuto alcuna pretesa se non quella di assecondare la nostra grande passione per la  musica, per le arti visive e la fotografia. Abbiamo unito le nostre forze per creare qualcosa che fosse nostro, sperando potesse piacere a molti. A distanza di poco tempo, i riscontri sono stati molto buoni e siamo stati molto contenti ma è tutto un di più, il nostro intento era, ed è, quello di condividere qualcosa di bello. Scrissi questo brano tra le 3 e le 4 di notte, come spesso mi succede…il testo nasce da un sogno fatto per caso ma la cosa incredibile è che, a distanza di un mese, parte di quello che avevo raccontato nel brano si è poi verificata per davvero nella realtà. Questo fatto mi ha colpito al punto da spingermi a realizzare una vera e propria canzone. Ho, dunque, intrapreso una collaborazione con Massimo Carola, un bravissimo arrangiatore che si occupa in particolare di missaggi. Ovviamente in questo arco temporale ho scritto altre cose e colgo l’occasione per dire che sto lavorando a qualcosa di nuovo e sono in sala a registrare…. Se “Ferma il tempo” è nato per divertimento, ora sto cercando di lavorare a qualcosa che abbia una maturità diversa e con diverse sonorità.

Quali sono i tuoi ascolti, i tuoi riferimenti musicali, la tua cifra stilistica?

Ho sempre ascoltato l’R’nb e seguo il filone Motown. Oggi vorrei dare un impronta diversa al mio suono ma ci sto ancora lavorando su con la speranza di essere notato da qualche addetto ai lavori. Da soli non è facile emergere in nessun campo, soprattutto in questo. Ad ogni modo continuo a credere nel mio sogno e lavorare per renderlo reale.

ferma

Hai preso parte a tanto eventi e talent show regionali… come ti sei interfacciato con queste realtà? Proveresti a partecipare ad un talent nazionale?

Sicuramente i talent sono qualcosa di utile per quanto riguarda la promozione e la visibilità, soprattutto per un artista emergente. Ad essere sincero mi piacerebbe poter emergere attraverso palcoscenici diversi ma mi rendo conto che è molto complicato. Per questa ragione, se un giorno dovesse arrivare la chiamata di un grosso talent, coglierei sicuramente l’occasione perché si tratta di un meccanismo in cui, in fin dei conti, bisogna inevitabilmente rientrare. In ogni caso non mi sento di sminuire i talent show perché essi offrono ai giovani un’esperienza fondamentale per la loro crescita artistica e rappresentano un metro di misura per il capire il gradimento del pubblico.

Gianluca Giordano

Gianluca Giordano

Ci parli del Facemob?

Si tratta di un’iniziativa nata per divertimento per cercare di diffondere un po’ il video di “Ferma il tempo” in giro. L’idea è quella di condividere il video da youtube allo stesso orario, tutti insieme, e devo dire che ha avuto un ottimo riscontro. Stiamo pensando anche a qualche altra forma di diffusione e, a tal proposito, voglio ringraziare i miei amici che mi hanno sostenuto tantissimo e continuano a farlo in ogni momento!

Cosa proponi al pubblico durante i tuoi live?

Faccio serate live con Fabrizio Campanile, un bravissimo chitarrista con cui propongo un concerto voce e chitarra. Il nostro repertorio è molto variegato, riarrangiamo pezzi pop in chiave acustica passando da Michael Jackson a Nutini a Mengoni, semplicemente mettendoci in gioco.

Raffaella Sbrescia

Acquista “Ferma il tempo” su iTunes

Video: “Ferma il tempo”

TicketOne