All you can eat: le nuove sfaccettature degli Slivovitz

11934989_10153702869094474_3203357740672356725_n

Imperioso, fluido, variopinto, appassionato: questo è “All you can Eat”, il nuovo album degli Slivovitz, attivi sulla scena jazzrock napoletana dal 2001. Nella loro discografia tre album: Slivovitz (2006), Hubris (2009) e Bani Ahead (2011). Tre prove discografiche in cui i 7 musicisti hanno saputo dimostrare un notevole piglio creativo confluito una speciale formula progressive gypsy electro eclectic jazz. Il fascino ossimorico di questo nuovo lavoro risiede nella riuscita contrapposizione di stili, influenze, richiami e ritmi dal mondo. Si va dall’ammaliante atmosfera di “Persian nights”  al perturbante groove di “Mani in faccia” passando per le suggestioni cinematografiche di “Yahtzee”, l’immaginifico tocco folk di “Barotrauma” e la solenne maestosità di “Hangover”. Le composizioni degli Slivovitz sono singole esperienze sensoriali in grado di toccare diversi punti dell’anima, un “All you can eat” sonoro da assaporare ad occhi chiusi e a cuore aperto.

Raffaella Sbrescia

SLIVOVITZ: Derek di Perri : harmonica Marcello Giannini : electric and acoustic guitars Vincenzo Lamagna : bass guitar Salvatore Rainone : drums Ciro Riccardi : trumpet Pietro Santangelo : tenor & alto Sax Riccardo Villari : acoustic and electric violin

Tracklist:

01) PERSIAN NIGHTS 02) MANI IN FACCIA 03) YAHTZEE 04) PASSANNANTE 05) BAROTRAUMA 06) HANGOVER 07) CURRYW URST 08) OBLIO

Video: Passannante

TicketOne