Konrad, la recensione di “Carenza di logica”

konrad 1Alessandro Konrad Iarussi è un cantautore barese, classe 1975. Figlio d’arte, con un percorso artistico molto intenso alle sue spalle, l’artista ha preso in mano la penna lasciando confluire i frutti della propria creatività nel suo primo disco da solista, intitolato “Carenza di logica”, un concept album, prodotto dall’etichetta discografica Music Force che, attraverso 13 tracce musicalmente eterogenee, intende offrire spunti di riflessione su due temi centrali: il mare e l’amore.

konrad 2Si va dai richiami delle sirene di “Dal mare” alle “Coincidenze” di due sognatori insoddisfatti, i quali finiscono per imbattersi, ancora una volta, nei vocalizzi alienanti ed ossessivi di “La donna del mare”. Gocce di sangue e veleno lasciano che piccoli innesti folk mettano radici nei solchi di un terreno emotivo duro ed impenetrabile. I “piedi nudi e le ossa rotte” di “Zaiana” introducono la vita in catene de “L’eretico statico”. “Ricominciare è una sfida”, canta Konrad, e la creativa parentesi jazzata del brano ed il pastiche strumentale de “Il bene e il male” regalano un’insolita sensazione di nuovo, di fresco, di leggero, di curioso. “Lost and happy” è l’unica traccia in inglese del disco, una ballad coinvolgente ed intimista che ci introduce al buio e alla perdizione di “Dalla polvere”. Suoni dagli abissi e contaminazioni elettroniche lasciano, tuttavia, spazio al più tradizionale pianoforte, protagonista in “Vivere a metà” e “Il sonno e il mare”. Visioni e suggestioni oniriche si lasciano cullare dal dolce carillon della title track “Carenza di logica”. Ancora spruzzate di ricerca strumentale in “La stella pomeridiana” per un’inedita miscela, a cavallo tra electro e new wave, fino agli irrinunciabili archi di “Timido fiore”, che chiude il disco risaltando il valore  del rispetto verso l’altro.

Raffaella Sbrescia

Video: “Coincidenze”

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=SBfHmhBnHHA]

TicketOne