“Maps”, il nuovo singolo dei Maroon 5. La recensione

maps

“Maps”è il primo singolo che anticiperà l’uscita del nuovo album dei Maroon 5, che s’intitolerà “V” e che verrà pubblicato il prossimo 2 settembre. Al centro di una serie di collaborazioni di prestigio, Adam Levine e soci si sono avvalsi del contributo di collaboratori come Max Martin, Benny Blanco, Shellback, Ryan Tedder e Sam Martin. Per quanto riguarda la scrittura e la produzione di “Maps”, invece, i Maroon 5 hanno lavorato con Blanco, Tedder e Noel Zancanella, su etichetta Interscope Records. Le sonorità catchy e le aperture dance del ritornello si alternano a parentesi cantate, più tradizionalmente pop, arricchite da travolgenti giri di batteria,  rientrando appieno nel tipico stile mix and match dei Maroon 5. Il brano, dall’ascolto sicuramente godibile, è incentrato su una storia lontana dall’happy ending: “I miss the taste of a sweet life, I miss the conversation, I’m searching for a song tonight I’m changing all of the stations. I like to think that we had it all. We drew a map to a better place but on that road I took a fall. Oh, baby, why did you run away?”: il protagonista smuove i propri pensieri, tormentandosi tra rimpianti e domande senza risposta. Le mappe della vita ci mettono continuamente alla prova tra il mostrarci pronti e disponibili per gli altri e il dover sopportare un eventuale abbandono proprio da parte di chi avevamo supportato nonostante tutto e nonostante tutti: “I was there for you, In your darkest times/ I was there for you, In your darkest nights. But I wonder where were you when I was at my worst down on my knees”, canta Adam Levine, scandendo interrogativi dalla valenza universale.  Eppure quello che anima “Maps” è un sentimento che fa fatica a svanire, che cerca appigli, strade, motivazioni, sbocchi, vie e destinazioni dall’esito mai scontato: “So I’m following the map that leads to you/The map that leads to you/Ain’t nothing I can do/ The map that leads to you/ Following, following, following to you/ The map that leads to you/ Ain’t nothing I can do/The map that leads to you/ Following, following, following”

Keira Knightley e Adam Levine in "Begin Again"

Keira Knightley e Adam Levine in “Begin Again”

Proprio mentre prenderemo confidenza con “Maps”, Adam Levine vestirà anche i panni di attore in “Begin Again”, il film in programma sui grandi schermi d’America a partire dal prossimo 27 giugno. Si tratta di un musical/commedia interpretato da Keira Knightley e Mark Ruffalo, girato da John Carney, che contiene anche una nuova canzone del frontman dei Maroon 5 intitolata “Lost Stars”. La pellicola vedrà Adam destreggiarsi tra sentimenti, musica e successo, il tutto tra i grattacieli della Grande Mela.

Raffaella Sbrescia

 Acquista “Maps” su iTunes

 

TicketOne