Apogeo Records: la musica è sociale

Da un’idea di  Ernesto Albanese, alla guida di l’Altra Napoli Onlus, impegnata fin dal 2006 inun percorso di riqualificazione dei quartieri più degradati di Napoli nasce Apogeo Records, un’etichetta discografica fondata dall’omonima cooperativa nella suggestiva cornice seicentesca della Basilica di San Severo.
Nell’ambito del più ampio programma di recupero sociale Rione Sanità, ieri, oggi e domani, il progetto, che si avvale del finanziamento di Fondazione Telecom e il sostegno di IBM, Apogeo Records si candida come nuova fucina di talenti, un’ etichetta “sociale”che si prefigge come obiettivo quello di premiare la qualità e il valore artistico senza alcun tipo di pregiudizio.
La location fisica di tutte queste attività sarà il Sanità music studio, un centro di editing del suono dotato di una cabina di regia e una sala di ripresa super accessoriate e con strumenti e attrezzature tecnologicamente avanzati.
Microfoni, mixer e impianti audio sono collocati all’interno dell’antica basilica di San Severo, nella sala della “Congrega”, messa gratuitamente a disposizione dall’Arciconfraternita di S. Antonio da Padova e dall’Arcidiocesi di Napoli nella persona di Sua Eminenza il Cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe.
Fanno parte della cooperativa sei giovani ragazzi Andrea De Rosa, Mario Donatiello, Michele Izzo, Stefano Cozzella, Mario Di Giovanni, Marco Signorelli che, con tanto lavoro e dedizione, hanno consentito la costituzione di una casa discografica tutta partenopea in grado di curare in maniera completa la produzione musicale degli artisti del rooster dell’etichetta.

TicketOne