Torna il BulbArt Festival: festival e baci tra i cespugli, con il golfo alle spalle.

Il BulbArt Festival si inserisce con due date (domenica 21 luglio e mercoledì 24 luglio) nel folto calendario della III Festa della riscossa popolare (che si terrà dal 18 al 28 luglio), nella splendida cornice del Parco urbano dei Camaldoli.
Il panorama mozzafiato sarà il contesto perfetto per gli eventi in programma che rappresentano la sintesi di tutte le attività svolte dalla BulbartWorks durante la scorsa stagione, appena conclusa.
Domenica 21 luglio l’ Orso Hipster, mascotte e talismano del Festival, introdurrà la giornata “electro/wave” legata alla musica inedita ed indipendente. Mattatori d’eccezione saranno i trentini Casa del Mirto, capisaldi della chillwave italiana, freschi di remix e collaborazioni internazionali alle spalle ( Kè, Phoenix, The Rapture) ma anche di progetti del calibro di Machweo e Go Dugong. I due artisti emiliani sono decisamente tra le nuove proposte electro ambient più stimolanti del momento in Italia. Insieme agli Headliner, una folta schiera di artisti indipendenti campani. Dall’electrorock internazionale dei Low fi alle melodie chillwave di Dinosaurie Juno, passando per suoni più spigolosi come quelli dei Sixth Minor, Tjkho, Hnycnb, e Starviolet.
Mercoledì 24 luglio i suoni saranno più melodici: ospiti speciali i londinesi Vadoinmessico, di ritorno in Italia dopo un entusiasmante tour invernale. Arricchiranno la giornata una corposa line up di band campane: si passerà dal Pop caraibico dei The Gentlemen’s agreement, all’indie pop internazionale di The Shak & Speares e The Collettivo, al folk dei Tarall&Wine, alle melodie di Beltrami e Bastian Contrario, fino all’indie 90’s di UnHappy e Redroomdreamers e Bludimetilene.
Ai concerti si affiancheranno stand, esposizioni, rinfreschi ed altre iniziative culturali.
Contatti Info: bulbartfestival@gmail.com
Inizio concerti dalle ore 17.30

TicketOne