Pubblico in delirio per il live dei 2Cellos al Fabrique di Milano

2Cellos

2Cellos

Milano celebra l’incontro tra il rock e la musica classica. A suggellare la godibilissima miscela strumentale è il celebre duo di violoncellisti croato/sloven composto da Luka Šulić e Stjepan Hauser. I due giovanissimi musicisti si sono esibiti in un concerto sold out al Fabrique lo scorso 14 dicembre divertendo il pubblico con una performance assolutamente brillante. In avvio il concerto appare pacato e sobrio con “Benedictus di Karl Jenkins, “Where The Streets Have No Name degli U2 poi, in un attimo, la scaletta si infiamma così come altrettanto avviene con il numerosissimo pubblico accorso all’evento:” Viva La Vida dei Coldplay, Californication dei Red Hot Chili Peppers e Resistance dei Muse surriscaldano, infatti, l’atmosfera in maniera piuttosto intensa. L’energia, la carica interpretativa, il carisma e la potenza delle rivisitazioni pensate e realizzate dai 2Cellos catapultano l’animo in una dimensione di ascolto attivo e partecipato. La grinta, la forza, l’estro e la creatività rappresentano i punti di forza del duo anticonvenzionale, gli strumenti acquisiscono una particolare estensione sonora fino alla totale distorsione elettronica prestandosi, dunque, ad un giocoso melting pot di note e generi musicali. “Smooth Criminal (di Michael Jackson) / Welcome To The Jungle (dei Guns N’ Roses), “Thunderstruck (degli AC/DC) sono i brani che compongono una coinvolgente e spettacolare tripletta. L’ingresso in scena del batterista Dušan Kranjc completa e rinforza il percorso rock intrapreso dai 2Cellos. “Back In Black”, Highway To Hell,  (I Can’t Get No) Satisfaction dei Rolling Stones, Smells Like Teen Spirit dei Nirvana e “The Trooper degli Iron Maiden smuovono anche i più timidi. Sudore, sorrisi ed applausi rimpinguano il parterre del Fabrique ma le sorprese non finiscono qui: l’Ouverture del Guglielmo Tell di Rossini sfocia nella travolgente cavalcata dei due violoncellisti. Delicata ed elegante la chiusura con Fields Of Gold di Sting da interpretare come un fascinoso ed ancestrale ritorno alle origini. Nel raccogliere i meritatissimi applausi i 2Cellos danno, infine, appuntamento al pubblico per il lungo meet & greet allestito al banchetto del merchandising a testimonianza del fatto che nonostante siano ormai delle vere e proprie rock star, i due musicisti hanno tutta l’’intenzione di mantenere un contatto diretto col pubblico da cui poter attingere energia creativa.

Raffaella Sbrescia

TicketOne