Koan: il disco da viaggio di Victor Kwality

Victor-Kwality-3

“Un disco da viaggio, da ascoltare con la testa rivolta al finestrino mentre le immagini scorrono fuori”, così Victor Kwality aveva definito l’essenza di “Koan”, il suo primo album da solista pubblicato per Sugar Music. Così, in effetti, è. Le dodici tracce che compongono questo album sono nate in giro per il mondo: dal Portogallo all’Indonesia, dalle colline toscane alla Scozia e fotografano in maniera fedele e spontanea l’anima di poeta e viaggiatore di Victor. Il disco, curato dai producer della scena rap Frenetik&Orang3, rappresenta un viaggio interiore ed è il frutto di un lavoro personale ma anche collettivo; un percorso attraverso una vita nomade che, dopo aver visto Victor affermarsi tra i maggiori esponenti della scena drum’n’bass con la band LNRipley, lo vede oggi in una veste più introspettiva e spirituale. Un cambio di registro per lo stile di Victor con i bpm che rallentano a favore di una nuova suggestiva corrente semantica. Si va da momenti di flusso fluido con “Oracle Bambino, Wake Up From Coma e Ice Gold And Steel” a piccole e leggere incursioni elettroniche più vicine alle origini come “Lost Son e 4am. Il carico di sensazioni raccolte è prezioso e variegato: stili, influenze, reminiscenze filosofico-spirituali si incontrano, si incrociano mostrandosi pronti a germogliare in modo sempre nuovo a seconda dello scenario di riferimento.

Raffaella Sbrescia

Video: Virgo

TicketOne