XF10: vincono i Soul System. Il commento alla finale e considerazioni generali

Soul System

Soul System

Il sipario è ormai calato sull’edizione numero 10 di X Factor Italia. Sul gradino più alto del podio si sono piazzati i Soul System,  una band, inizialmente scartata dal proprio giudice Alvaro Soler, poi riscattatosi con l’invito ad aprire i suoi prossimi concerti italiani, che fin dalle prime battute del proprio percorso ha seminato per raccogliere il favore ed il consenso del pubblico grazie ad un’evidente forza trascinatrice. Aldilà di quello che potrà essere il loro futuro discografico, è stato sinceramente impressionante vedere come tutto il Mediolanum Forum di Assago si sia esaltato proprio in occasione del loro medley finale. Ma procediamo con ordine: quasi tre milioni di telespettatori hanno seguito la finale, trasmessa anche in chiaro su TV8, oltre che sulle frequenze Sky e Now tv. Sarà forse per questo che la prima eliminata della finalissima sia stata la grande favorita Roshelle. Probabilmente il pubblico non le ha perdonato la scelta di esibirsi con i Clean Bandit, in occasione di quello che avrebbe dovuto essere un duetto e che invece non è stato tale. La formula musicale introdotta dalla giovane rapper amante della melodia non ha fatto breccia nel cuore del pubblico più tradizionalista. Eppure anche il duetto dei vincitori con Baby K e Giusy Ferreri sulle note di “Roma Bangkok” non è stato assolutamente esaltante. Molto intenso, invece, l’incontro di voci tra l’eccellente Giorgia e la seconda classificata Gaia Gozzi (team Fedez). La giovane concorrente si è mostrata all’altezza del brano “I will Pray” sfoderando padronanza vocale e potenza espressiva. Deludente la prestazione di Eva (team Agnelli): la ragazza, visibilmente emozionata al cospetto di Carmen Consoli, per la prima volta ospite in un talent show, ha dimenticato le parole del testo de “L’ultimo bacio”, sciupando così la sua occasione più importante. Sul fronte ospiti, bella l’apertura con i One Republic che hanno anche presentato l’ultimo singolo “Let’s hurt tonight”. Molto suggestiva anche l’esibizione di Ligabue, con tanto di band al seguito, che ha cantato “G come Giungla”, tratto dall’ultimo album “Made in Italy” e “Balliamo sul mondo” per evocare gli inizi della sua carriera musicale. Tra le considerazioni di carattere generale va annoverato un fastidioso accanimento di una parte del pubblico nei confronti di Arisa, fischiata praticamente ad ogni intervento. Decisamente sottotono la giuria tutta, impeccabili, come di consueto, le messe in scena, ideate da Luca Tommassini e realizzate dal suo collaudato staff. Nonostante la magnificenza e la pompa magna delle scenografie, dei costumi e delle coreografie, rimane comunque la sensazione che sia mancato qualcosa a questa edizione di X Factor. Si spera che, già a partire dai prossimi casting, venga maggiormente valorizzata la tradizione musicale italiana al fine di dare la possibilità ai più giovani di scoprire e apprezzare la propria cultura nonchè le proprie radici. Non serve scimmiottare le star internazionali, alla musica italiana serve una potenziale star che possa esportare all’estero il nostro eccellente background.

Raffaella Sbrescia

XF10: I giudici si studiano. Diego Conti eliminato. Di Eva e Roshelle le migliori performances

Diego Conti -primo eliminato XF10

Diego Conti -primo eliminato XF10

Al via i ragionamenti a freddo sulla prima puntata dei live di X Factor 10. Il talent show targato Sky apre col botto con un’apertura in grande stile. Protagonista assoluto: Marco Mengoni, ormai presenza fissa in qualità di tangibile esempio del fatto che da un talent può venir fuori una super star e le magnificenti scenografie figlie dell’incontrastato genio di Luca Tommassini. A beneficiare dell’ottima conduzione dell’ormai veterano Alessandro Cattelan, è una blanda costruzione di un sottile gioco delle parti. I giudici Manuel, Arisa, Alvaro e Fedez preferiscono studiarsi a vicenda, capire le ipotetiche strategie da attuare, senza sbilanciarsi troppo. Fedez si conferma originale e lungimirante: l’esibizione di Roshelle (Under Donne) ha regalato una ventata di freschezza e ci ha fornito un’idea più precisa di tutta una nuova corrente musicale che all’estero vive un momento particolarmente felice: la sua versione di “Heavy Dirty Soul” dei Twenty One Pilots è assolutamente in linea con questa prospettiva. Decisamente più oculato Alvaro Soler che decide di non osare, nella sua categoria Gruppi spiccano i Soul System: il groove e la particolare alchimia tra i componenti del gruppo rappresentano la loro carta vincente La performance debole dei Les Enfants li porta al ballottaggio con Diego Conti (Under uomini), vittima sacrificale di un’assegnazione, forse presa sottogamba da Arisa, rea confessa. La rivelazione della serata è Fem (Marco Ferreri), assoluto padrone del palcoscenico con la sua versione di “Love Runs out” degli One Republic: diverente, disinvolto e credibile.

Eva Pevarello XF10

Eva Pevarello XF10

Di tutt’altra entità il discorso da fare per Manuel Agnelli e il suo team Over: il temuto giudice sceglie di assegnare un sottotesto ai suoi concorrenti concentrandosi sulla ballata d’autore. Un modo intelligente per mettere realmente alla prova i suoi ragazzi dando loro l’opportunità di misurarsi con mostri sacri della musica senza snaturare la propria identità. Il risultato è vincente su tutta la linea, degna di menzione la performance di Eva Pevarello che incanta il pubblico in studio e a casa con “Wise Up”. Lei e Silva Fortes sono sicuramente le concorrenti più forti perché dotate di una forza espressiva veramente notevole. In ogni caso siamo solo all’inizio, la sfida è tutta da vivere.

Raffaella Sbrescia

X Factor 10: inizia il live show e sale l’attesa. Tutte le novità del talent più amato dagli italiani

X Factor 10 - Alessandro Cattelan

X Factor 10 – Alessandro Cattelan

Dopo lunghe ed elaborate selezioni, la decima edizione di X Factor Italia entra nella fase più calda: quella dei live. Durante un appassionante viaggio lungo 8 settimane avremo modo di conoscere i talenti che hanno conquistato la giuria del talent show più amato dal pubblico italiano. Il primo appuntamento dalla nuova X Factor Arena è previsto per domani giovedì 27 ottobre alle ore 21.15 su Sky Uno e proseguirà fino alla finale del 15 dicembre. Confermato alla conduzione Alessandro Cattelan, belle novità in giuria con Arisa, Alvaro Soler, Fedez e Manuel Agnelli. Per quanto concerne i concorrenti, la squadra Over (giudice Manuel Agnelli) è composta da Eva, Andrea e Alessandra Fortes Silva; i gruppi (giudice Alvaro Soler) sono i Les Enfants, Daiana Lou e i Soul System; gli Under uomini (giudice Arisa) sono Lorenzo “Loomy”, Marco “Fem” e Diego mentre le Under donna (giudice Fedez) sono Caterina, Gaia e Roshelle.

Forte dei grandi numeri ottenuti durante le selezioni  con 1.350.000 di spettatori medi (+12% rispetto allo scorso anno), X Factor si propone come uno degli show più visti in assoluto. A rincarare la dose anche gli ospiti annunciati:  si partirà con Marco Mengoni accompagnato da Matt Simons, mentre nella seconda puntata ci sarà Giorgia, seguita da Shawn Mendes e Robbie Williams, attesi per la terza puntata. Tra le novità più succulente c’è StraFactor, una vera e propria gara tra freaks affidata a due delle personalità più irriverenti dello showbiz italiano quali sono Mara Maionchi e Elio. A coordinare il tutto, Daniela Collu (la “Stazzitta” di Twitter) mentre i primi ospiti della puntata saranno Jake La Furia e Marco Travaglio. Tra le novità anche il contributo di Fiorello con la sua Edicola Fiore: ogni concorrente eliminato verrà subito caricato in auto e trasportato a Roma per essere simpaticamente “vessato” dai compari dell’amato showman.

Video: Le dichiarazioni di Mara Maionchi

Completamente rinnovata anche la scenografia, come sempre frutto del genio di Luca Tommassini: «Siamo stati i primi a cambiare la scenografia, si tratta di uno sky line ispirato a New York, saremo più tecnologici che mai con il palco più grande d’Europa per Sky Italia. Le messe in scena saranno molto elaborate come di consueto e avremo modo di divertirci parecchio», ha annunciato.

X Factor 10 - I giudici in conferenza stampa

X Factor 10 – I giudici in conferenza stampa

Le dichiarazioni:

Alessandro Cattelan – conduttore

Credo che quest’anno mi divertirò molto. X Factor è tra programmi più seri tra quelli che non lo sono. Il Format si ricarica ogni anno dell’energia portata dai concorrenti. In qualità di veterano affronterò questa edizione con grande leggerezza. I grandi numeri, in termini di ascolti ed interazioni, testimoniano che fino ad oggi abbiamo vinto una serie di scommesse. I live saranno un’altra storia ma le premesse sono delle migliori.

Alvaro Soler

Le band che compongono il mio team sono molto diverse tra loro, ognuna ha il suo sound. Insieme ad Antonio Filippelli, che lavora direttamente con i ragazzi, abbiamo trovato una strada per ognuno. Credo che la cosa più importante, soprattutto all’inizio di un’avventura come questa, sia fornire un preciso biglietto da visita e mostrare la propria personalità.

Arisa

Ho fatto scelte apparentemente molto discusse dal pubblico ma so che avranno modo di ricredersi. I miei ragazzi stanno lavorando molto bene e hanno convinto non solo me ma anche coloro che lavorano con noi; sono molto fiduciosa.

Fedez

 A dispetto di quelli che mi danno per favorito, mi sento di dire che la garà è aperta più che mai.

Manuel Agnelli

La pressione sarà maggiore ma spero di continuare a divertirmi. Sicuramente né io né i miei ragazzi giocheremo in difesa. Il talento sta nel saper raccontare una storia attraverso un’emozione, un modo di porsi, un’attitudine o facendo credere che stai vivendo una cosa anche non la stai vivendo veramente, questa è una cosa che devono saper fare soprattutto gli interpreti.

Raffaella Sbrescia

 

 

X Factor 9: la revolution delle band, la carica dei 4 giudici musicisti e l’adrenalina della gara

La giuria di X Factor 9

La giuria di X Factor 9

L’attesa per X Factor 2015  si fa vibrante. Con la conferenza stampa di presentazione, sono emerse tutte le novità del programma più amato dal pubblico.  Anno dopo anno, X Factor cresce e convince e, a tal proposito, i numeri parlano chiaro: nel 2014 lo show di Sky ha raccolto 1,2 milioni di spettatori medi a puntata (+ 45% rispetto alla precedente edizione). Due i milioni di persone che hanno seguito la finalissima che ha decretato la vittoria di Lorenzo Fragola (share dell’8%). Numeri stellari anche sui social: i tweet dedicati a X Factor 2014 sono stati ben 2,4 milioni, tangibile testimonianza non solo della forte affiliazione del pubblico ma anche della cura maniacale di ogni minimo dettaglio da parte della produzione del programma. Caratterizzato da un’interattività capillare e da una forte vocazione internazionale, il talent show riparte dalla novità più importante: la giuria dei giudici sarà composta per la prima volta da quattro musicisti, persone che vivono di musica e che la conoscono a fondo: Elio, Fedez, Mika e Skin saranno i mattatori di un’edizione che raggiunge una nuova completezza grazie all’inserimento delle band musicali. Dopo una meticolosa ricerca e migliaia di casting,  X Factor 9 partirà proprio dalle audizioni, aggiungendo una puntata in più, con l’intento di coinvolgere il pubblico in  un colorato viaggio tra volti, storie e sogni. Per il quinto anno consecutivo sarà Alessandro Cattelan a svolgere il ruolo di Virgilio all’interno del programma: “Di anno in anno i concorrenti sono sempre più consapevoli, più preparati, più pronti. Quest’anno si respira un bel clima e per quanto mi riguarda non vedo l’ora di ripartire.  Luca Tommassini mi ha cercato lo giugno scorso per farmi proposte sempre più spettacolari ma, per ora, non l’ho ancora sentito e dunque non so se ci ha ripensato oppure mi farà una sorpresa”.

La new entry più attesa è sicuramente Skin, la celebre pantera del punk, inimitabile voce degli Skunk Anansie: “Trovo molto interessante trovarmi in una situazione come questa. Conosco molto di musica anche se ho ancora parecchie difficoltà con l’italiano. Ho molto rispetto per tutti i miei compagni di giuria, io sono più underground per cui abbiamo diversi punti di vista, in ogni caso mi piace il fatto che siamo tutti musicisti. Per me l’X Factor è  qualcosa di speciale, di insolito, di unico. Il fatto che quest’anno ci saranno anche le band rappresenta una importante opportunità per poter intraprendere un percorso serio. Questo programma offre per pochi mesi tutto quello di cui un artista normalmente necessita, sarà importante riuscire ad ascoltare, imparare e mettere in pratica tutto nel miglior modo possibile”.

Un’altra garanzia di divertimento sarà la presenza di Elio: “Sono tornato per una serie di ragioni: In primis per il fatto che ci saranno i complessi, mi piace dirlo in italiano e non inglese, anche perché io faccio parte di uno che non si scioglie (ribadendo il concetto a più riprese). Sono abituato a vivere, suonare, lavorare con altra gente e a questo aggiungo che i gruppi di sole voci mi lasciavano la sensazione che mancasse qualcosa. Poi c’è Skin, la mia cantante preferita in assoluto. In giuria c’è una atmosfera leggera, che sa quasi di scampagnata e mi piace questo clima. Infine l’ edizione italiana di X Factor viene vista altrove come un centro sperimentale,  questo mi fa sentire al centro di un laboratorio dove si offre qualcosa di nuovo”.

Oggetto di entusiastico clamore anche Mika, sempre più amato dal pubblico italiano per la sua spiccata sensibilità: “Ho iniziato con la stessa paura che ora ha Skin nella pancia. Sono passato attraverso una serie di emozioni contrastanti ma, piano piano, ho preso sempre più confidenza con la lingua e ho potuto esprimermi. Tra noi quattro c’è una bella sintonia: possiamo divertirci, essere stupidi senza pregiudizi, litigare, parlare di musica e politica.  A parte ciò, tra un pò partirà la gara vera e propria e si questo si percepisce in maniera forte e chiara: X Factor senza gara non sarebbe la stessa cosa. Per vincere occorrono incoscienza e freschezza”. Mika è sicuramente il più diretto tra i 4 giudici: “Noi giudici litighiamo su tutto, dalla musica alla pasta alla politica, ma in totale amicizia. Se mi chiedete se questo clima è frutto dell’assenza di Morgan vi dico che eravamo sereni anche con lui. Magari adesso è più serena la produzione”, dice con schietta ironia. Un passaggio dedicato anche a Lorenzo Fragola, vincitore dell’ultima edizione: “Recentemente Lorenzo Fragola è venuto al mio concerto di Taormina e siamo stati insieme a chiacchierare fino alle prime luci del m attino, è rimasto sempre lo stesso ma  ha ansia e mancanza di pazienza, entrambe cose essenziali per crescere. La sua testa non si è gonfiata ma le ambizioni sì e questo è ciò che serve”.

Particolarmente carico anche Fedez: Mi sento meglio rispetto allo scorso anno, la mia prima apparizione non me la sono goduta, vivevo X Factor solo come un lavoro, ora mi diverto di più e comincio anche a conoscere Mika, siamo usciti insieme, abbiamo fatto musica insieme e tutto questo ha contribuito ha rendermi più sereno. Allo stesso tempo, però, la figura del rapper non è ancora stata ben metabolizzata dal pubblico, si guarda più al canto che alla stesura dei testi. A questo aggiungo che c’è ancora una reticenza ad apparire in un contesto televisivo da parte dei rapper”.

Tutto e pronto, dunque, l’appuntamento è per domani 10 settembre su Sky con le attesissime ed esilaranti audizioni, quest’anno commentate dall’amata Mara Maionchi con il suo “Mara dixit” e con “Extra Factor”, poi si partirà con i live in diretta da Milano il prossimo 22 ottobre.

Raffaella Sbrescia